Valentino Rossi arriva a Misano per battere Lorenzo

Valentino Rossi vuole tornare a vincere nel GP che avrebbe dovuto segnare la data del suo rientro, poi anticiapato di un mese e mezzo

da , il

    Siamo alla vigilia del prossimo appuntamento del Motomondiale che andrà in scena sul tracciato internazionale di Misano e Valentino Rossi ha voglia di puntare in alto e magari tornare a podio proprio davanti ai suoi tifosi. Secono l’attuale campione del mondo della MotoGP, Valentino Rossi: “qui dobbiamo fare bene perché è la mia pista di casa. Negli ultimi due anni ho vinto, siamo andati forte e questo significa che il circuito si adatta bene alla nostra moto. L’obiettivo? Prima fila e podio”.

    Valentino Rossi vuole tornare a vincere nel Gran Premio che avrebbe dovuto segnare la data del suo rientro, poi anticiapato di un mese e mezzo. Nel frattempo della sua pur breve assenza, il compagno di squadra in Yamaha, Jorge Lorenzo ha trovato punti iridati e la maturità sportiva che gli è mancata nel 2009.

    Per Rossi, la pista di Misano rappresenta la pista di casa, anche per i tanti tifosi vestiti di giallo che saranno una motivazione in più insieme ai tanti e nuovi tifosi della Ducati che lo hanno sempre accolto bene anche quando Vale era un loro grande rivale.

    E sulle proprie condizioni fisiche dopo i problemi alla spalla destra e l’infortunio a tibia e perone, Rossi svela qualche retroscena: “va meglio, ma non è ancora al 100% e non sono forte come dovrei essere. Però è la spalla che mi fa soffire anche perché con due gare di fila non c’è tempo per allenarsi e mi potrà dare fastidio. Penso di non dovermi operare, ma da quello che ho capito è un problema che mi porterò dietro per tutta la vita. Quindi dovrò fare sempre esercizi per la spalla per evitare che mi faccia male”.

    Naturalmente Rossi punta ad un grande risultato e lancia una provocazione all’attuale rider della Ducati, Casey Stoner: “per me è difficile, quasi impossibile capire. Quello che penso io è che Lorenzo e Pedrosa si impegnano più di Stoner. Jorge e Dani sono sempre in pista a sfruttare tutto il turno per sistemare la moto, mentre Stoner fa un giro e poi si ferma. Così si fatica a capire il potenziale della Ducati. Casey l’ha sempre fatto, ma ora fa un po’ meno”.