Valentino Rossi: astinenza record

Astinenza record per Valentino Rossi, che non vince una corsa da 12 gran premi (ben oltre cinque mesi) cioè dall'undici aprile, gara di esordio del Motomondiale 2010

da , il

    Astinenza record per Valentino Rossi, che non vince una corsa da 12 gran premi (ben oltre cinque mesi) cioè dall’undici aprile, gara di esordio del Motomondiale 2010. E stiamo parlando di quel Gran Premio del Qatar vinto solo perché Casey Stoner, che stava dominando, è caduto e ha lasciato via libera al Dottore per il gradino più alto del podio…

    Dettaglio non da poco, altrimenti si parlerebbe addirittura di nessuna vittoria in questa stagione e per ritrovare Rossi primo in un GP bisognerebbe tornare indietro al GP di San Marino 2009!

    Vero che questo per Valentino Rossi è stato un anno “strano”, condizionato dai problemi alla spalla destra, dal grave infortunio del Mugello (e dal conseguente lungo stop) e dal passaggio in Ducati, che di sicuro lo ha deconcentrato nelle ultime gare (e i più malpensanti hanno addirittura insinuato che è la stessa Yamaha a non supportare adeguatamente la sua M1) ma bisogna dire che quello che doveva essere il mondiale del “decimo titolo” si è trasformato in una stagione disastrosa e sfortunata per il campione di Tavullia.

    Rossi nei suoi dieci anni di carriera nella top class mai aveva “azzeccato” una striscia così lunga di corse senza successi; nel 2000, anno del debutto nella 500cc, il Dottore dovette aspettare la nona gara, a Donington, per salire per la prima volta sul gradino più alto del podio nella classe regina del Motomondiale. Ma si trattava di un esordio tra i top rider, quindi non fa testo.

    E da quel primo anno “d’esordio” Valentino non aveva mai fatto passare più di quattro GP tra una vittoria e l’altra: nel 2009 ha totalizzato 6 vittorie totali, 9 nel 2008, 4 nel 2007, 5 nel 2006, 11 nel 2006, 9 nel 2004 e nel 2003, 11 nel 2002 e nel 2001.