Valentino Rossi: “Brno, gara importantissima”

Valentino Rossi riconosce l'importanza della vittoria ottenuta sul tracciato di Brno e del vantaggio di 50 punti accumulato in classifica generale ai danni del team mate Lorenzo

da , il

    Con la vittoria conquistata sul circuito di Brno, Valentino Rossi, ha avvicinato ulteriormente l’obbiettivo del titolo mondiale numero 9. Il suo rivale e compagno di squadra, Jorge Lorenzo, è caduto nelle fasi cruciali della gara, consegnando al Dottore un bottino di 25 punti.

    Proprio nel momento cruciale della corsa, il maiorchino ha commesso un errore, a 5 tornate dal termine e con la conseguente caduta ha consentito a Valentino Rossi di condurre una cavalcata solitaria verso la vittoria.

    Nei momenti successivi alla gara, Valentino non è riuscito a contenere la felicità per l’importante risultato raggiunto e ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Ora 50 punti cominciano a essere abbastanza. Devo baciare la mia squadra, nel warm up abbiamo trovato le soluzioni giuste e siamo diventati molto veloci. Lorenzo ha sbagliato, sarebbe stata una bella lotta. Eravamo entrambi molto rapidi e sarebbe stato un bel finale”.

    Con un distacco da Jorge Lorenzo di 50 punti, in classifica generale, il pilota di Tavullia riconosce l’importanza della gara che è appena andata in archivio: “Era una gara importantissima, certo, tutte sono importanti, ma devo ringraziare il mio team: abbiamo lavorato davvero bene. Per battere Lorenzo dovevo fare la gara perfettta, per questo sono partito come un matto, alla fine mi ha ripreso, siamo stati sempre lì e quando mi ha passato ho pensato si comincia come le altre gare, ho pensato di sorpassarlo, invece è caduto. Bene per noi e ora 50 punti sono tanti.”

    In fin dei conti, il centauro italiano della M1, in questa stagione ha messo a frutto tutto il suo talento per essere davanti al proprio team mate, combinandolo con uno stile di guida aggressivo e quel pizzico di esperienza che non ti fa commettere errori dovuti alla foga agonistica ( vedi Jorge ).

    A testimoniare queste semplici impressioni ci ha pensato lo stesso Rossi, attraverso il proprio commento: “Qui l’anno è stato cruciale con Stoner che è caduto al 6 giro, con Lorenzo è stato più difficile, probabilmente più forte di cosi’ non si poteva andare. Sono molto concentrato, commetto sempre meno errori”.

    Ora tutti i fans del Numero 46 della Yamaha aspettano solo la certezza matematica per poter brindare alla vittoria del loro pupillo, ipotesi che potrebbe verificarsi nei prossimi appuntamenti della Motogp.