Valentino Rossi cade nei test di Jerez

Prima giornata di test ufficiali della MotoGP 2010 sul tracciato internazionale di Jerez de la Frontera, che proprio ieri ha visto trionfare, Jorge Lorenzo dopo un duello con il connazionale Dani Pedrosa

da , il

    Nella prima giornata di test ufficiali della MotoGP 2010 sul tracciato internazionale di Jerez de la Frontera, il campione del mondo, Valentino Rossi, intorno alle 13,30 ha subito una caduta all’altezza della curva nemero due, dopo aver perso il controllo dell’anteriore. L’italiano della Yamaha è stato visitato dala clinica mobile, ma sembra che non abbia riportato gravi conseguenze, a parte qualche graffio. Tra le curve di Jerez, Dani Pedrosa, con la sua Honda RC212V è risultato essere ancora il centauro più veloce, dopo la pole position di sabato.

    Valentino Rossi, durante la prima giornata di test ufficiali del Motomondiale 2010 sul circuito internazionale di Jerez de la Frontera, ha rimediato una leggera caduta vicino alla curva 2, a causa della perdita di controllo dell’anteriore.

    Il pesarese della Yamaha M1 è stato visitato immediatamente dai medici della Clinica Mobile, dove hanno accertato che Rossi non ha riportato gravi conseguenze fisiche a causa dell’incidente, ma solo qualche leggera escoriazione. Per il Dottore ci sarà la consolazione del quarto crono.

    A parte l’incidente del pilota italiano della M1, Dani Pedrosa si conferma tra i piloti più veloci sul circuito di Jerez de la Frontera e dopo aver conquistato la pole e il secondo posto nel Gran Premio di Spagna 2010, lo spagnolo ha ottenuto il miglior tempo nel test ufficiale della classe regina, fermando il cronometro sull’1’39.425.

    Mentre, il vincitore di ieri, Jorge Lorenzo si piazza alle spalle del connazionale con un ritardo di soli 81 millesimi di secondo. L’obbiettivo di Porfuera è il migliorare il setteggio di gara della sua moto a serbatoio pieno.

    In terza posizione troviamo la Ducati Marlboro di Nicky Hayden, che proprio ieri ha conquistato il quarto posto davanti al compagno Casey Stoner, oggi fermo al quinto tempo.

    Ben Spies, sesto, è l’ultimo pilota in grado di correre sotto l’1’40. L’americano campione della Superbike sta lavorando soprattutto sull’anteriore della sua M1 Monster Tech3, mentre il suo compagno di squadra, Colin Edwards è già in ottica Le Mans, con un test sul settaggio per il circuito francese e con le prove di un nuovo pneumatico anteriore.

    Andrea Dovizioso, Marco Melandri e Mika Kallio completano le prime dieci posizioni.