Valentino Rossi campione MotoGP: “Stagione difficile ma grazie a tutti”

E sono nove! Valentino Rossi ha conquistato a Sepang il secondo titolo mondiale consecutivo di MotoGp: con la vittoria di oggi Rossi si laurea campione del mondo per la quarta volta con la Yamaha e per la settima volta nella massima categoria, senza dimenticare i due titoli vinti in classe 125 e 250

da , il

    E sono nove! Valentino Rossi ha conquistato a Sepang il secondo titolo mondiale consecutivo di MotoGp: con la vittoria di oggi Rossi si laurea campione del mondo per la quarta volta con la Yamaha e per la settima volta nella massima categoria, senza dimenticare i due titoli vinti in classe 125 e 250.

    Il Dottore ha conquistato con una gara di anticipo il suo nono titolo mondiale arrivando terzo in Malesia dietro a Casey Stoner e Daniel Pedrosa. Lo spagnolo Jorge Lorenzo, il compagno di scuderia in Fiat Yamaha e principale sfidante dell’italiano, è arrivato soltanto quarto.

    Valentino affida ai microfoni le prime emozioni: “Voglio ringraziare tutti, la Yamaha, il team, gli amici e tutti quelli che mi sono stati vicino,” ha detto Valentino al termine della gara, “E’ stato un anno difficile ed anche oggi un gran premio sofferto. Ho vinto sei gare, c’è stato qualche errore e qualche delusione, ma sono stato il più regolare.”

    Nonostante gli anni e due avversari agguerriti pronti a strappargli la corona, Rossi si è confermato anche quest’anno il più forte ed è pronto a raccogliere nuove sfide. Un ritiro? Nenanche a parlarne. Lui ci scherza su e liquida la cosa con una gag: ha indossato una maglietta con su disegnato se stesso che prende in mano un pollo sotto la scritta “Gallina vecchia, fa buon brodo”; poi, sul retro, si legge “Brodo un cavolo” e c’è un uovo con il numero 9.

    Rossi conclude la sua dichiarazione post-GP con una frase che forse mette la parola fine su tutte i rumors riguardanti un suo passaggio in Ducati: “E’ sempre un piacere correre con Yamaha,” afferma il Campione del Mondo. A Borgo Panigale dovranno mettersi il cuore in pace?