Valentino Rossi cerca il suo rivale al titolo

A poche ore dal via del primo Gran Premio della MotoGP 2010, che avrà luogo sul circuito di Losail, si sistemano gli ultimi preparativi prima delle prime prove libere del venerdì

da , il

    Mancano ormai pochi giorni all’inizio della nuova MotoGP 2010, che partirà con il Gran Premio del Qatar e piloti e squadre si stanno preparando per essere competitivi nel prossimo weekend di Losail. Il campione del mondo in carica, Valentino Rossi è pienamente consapevole di aver condotto una buona preparazione invernale e fa la conta dei pretendenti al titolo iridato, tra i quali spicca il ducatista Casey Stoner, che in Qatar ha sempre ben figurato e si presenta come favorito alla vittoria. Più in difficoltà è apparsa la Honda e il compagno in Yamaha del Dottore, Jorge Lorenzo.

    A poche ore dal via del primo Gran Premio della MotoGP 2010, che andrà in scena sul circuito internazionale di Losail, si sistemano gli ultimi dettagli prima delle prime prove libere dedicate al venerdì. L’uomo da battere per la vittoria del campionato è ancora Valentino Rossi, mentre l’unico pilota che sembra in piena forma per batterlo e prendere il suo scettro è il centauro della Ducati, CaseyStoner.

    Il ducatista sembra aver dimenticato i problemi di tenuta evidenziati nel Motomondiale 2009 e ha deciso di ricominciare a spingere al massimo la propria Desmosedici per cercare di strappare il titolo di campione del mondo al rivale di sempre, Valentino Rossi. I test effettuati proprio a Losail hanno messo in evidenza il fatto che l’australiano è stato più veloce del Dottore, nonostante la Yamaha ha lavorato tanto per rendere la sua moto perfetta.

    Il naturale favorito per la prima vittoria del 2010 è il pilota della Rossa, il quale ha dichiarato di sentirsi entusiasta del lavoro svolto dai tecnici di Borgo Panigale, i quali hanno trasformato la Desmosedici in una moto più guidabile.

    Al contrario, la Honda parte con qualche difficoltà evidenziate nei test pre-mondiale dove sia il team ufficiale che satellite hanno denotato i loro limiti nei confronti della Desmo e della M1.

    Diverso è il discorso che riguarda il vice campione del mondo, Lorenzo. Lo spagnolo, infatti, ha ancora bisogno di tempo per riprendersi dall’infortunio alla mano subito durante l’allenamento invernale a Montmelò e difficilmente farà parte fin da subito della bagarre mondiale.

    Fra gli esordienti potrebbe emergere Ben Spies, il quale gioverebbe del buon lavoro fatto dai tecnici Yamaha, che negi ultimi due anni hanno ben lavorato.