Valentino Rossi chiede pazienza ai tifosi della Ducati

Rossi predica pazienza si tifosi ducatisti per permettere agli uomini Ducato di trovare il giusto setting per il suo stile di guida sulla Desmo

da , il

    Rossi chiede pazienza

    Valentino Rossi ha ottenuto a Barcellona solo il quinto posto con una Ducati non ancora all’altezza delle moto migliori e dunque delle Honda. L’ennesimo piazzamento di consolazione di un 2011 carico di aspettative non migliora certo le cose, ma il pesarese cerca di vedere il lato buono: “ci sono sia cose negative che cose positive rispetto alla nostra migliore prestazione siamo andati meglio perché vedevo Stoner fino alla fine e Lorenzo non era lontano”.

    La vittoria in solitaria di Casey Stoner e l’evidente superiorità tecnica della Honda, costringe gli uomini di Borgo Panigale a ridimensionare le prorie aspettative nei confronti di una MotoGP che si sta gradualmente avvicinando ad un vero e proprio dominio della HRC.

    Anche se lo stesso Rossi continua a sostenere che la Desmo16 ha diminuito il distacco dai primi, i risultati sulla pista di Barcellona e il modo nel quale la moto si scomponeva sul posteriore sembrano contrastare i miglioramenti annunciati per la gara casalinga del Mugello: “la moto mi partiva sempre dietro. È una buona lezione per il futuro. Purtroppo non c’è stata battaglia, speravo di stare vicino ma non ci riuscivamo. Forse se fossimo partiti con il setting giusto ci saremmo giocati il podio perché anche Spies non era lontano. Stiamo lavorando per metterla a posto, vediamo se ci riusciamo prima del Mugello. Ai tifosi chiedo pazienza, stiamo facendo il massimo e non dobbiamo mollare, il campionato è ancora lungo. Il davanti comincia ad andare meglio e se la compariamo alla M1 non siamo allo stesso livello”.