Valentino Rossi commenta la gara del Mugello: “Non mi piace prendere la paga”

Rossi commenta il GP del Mugello 2012, dove ha conquistato il quinto posto: il miglior risultato sull'asciutto del 2012 con la Ducati

da , il

    Moto GP Mugello 2012   Il sabato prima della Gara

    Anche se Valentino Rossi ha conqiustato sull’adorato circuito del Mugello il miglior risultato del Motomondiale 2012, tra i tifosi ducatisti non c’è posi così tanto da stare allegri. Solo poche ore fa, al termine della pole position del sabato, il pilota della Ducati aveva confesato, ironico e laconico, di non avere più idee su come migliorare la Desmosedici. Oggi ha chiuso al quinto posto il Gran Premio d’Italia, un risultato ottenuto su una pista usata dal team per i test: “Peccato aver perso tempo all’inizio ma è normale visto che in prova soffriamo tanto. Riesco ad avere un buon ritmo con le gomme dure ma con la morbida non riesco ad andar meglio e poi oggi sono partito malissimo”.

    Dunque, Rossi conquista la top five della gara corsa sul circuito internazionale del Mugello, dove nonostante partisse dalla decima posizione è riuscito a limitare i danni davanti agli occhi attoniti dei tifosi della trubuna Ducati, mai così a secco di soddisfazioni sportive.

    Oggi si poteva lottare per il podio, ma Valentino ha preferito tenersi a freno per la prima parte di gara: “Mi sono liberato abbastanza presto di quelli davanti e poi dopo il passo non era male, addirittura potevamo lottare per il podio, me l’avessero detto ieri li avrei presi per matti. Sono due gare che stiamo lavorando su altro setting che mi permette di andar forte fino alla fine anche se questa del Mugello è una gara speciale e abbiamo dato il massimo”.

    Vale ha sicuramente le idee più chiare, rispetto alle ultime uscite davanti ai microfoni dei giornalisti e sembra aver individuato l’ennesimo problema di questo sodalizio con Borgo Panigale che non ha sicuramente dato i frutti sperati: “E’ il miglior risultato dell’anno sull’asciutto. Però abbiamo il problema che gli altri il sabato pomeriggio riescono a togliere cinque sei decimi mentre io faccio fatica. Domani ci sono i test, dobbiamo provare delle cose nuove, vediamo se riusciamo a fare un passo avanti. Dobbiamo migliorare con la gomma morbida. Non mi trovo con questa moto per una questione tecnica. Quando mettiamo una gomma nuova l’extra grip mi da più fastidio e quindi non riesco a sfruttare la moto, soprattutto in inserimento di curva”.

    Ed infine una piccola promessa ai tifosi della Ducati: “Non è che mi piaccia in prova prendere paga dalle altre due Ducati, insieme vogliamo migliorare e vorremmo vincere questa sfida, ci proviamo assolutamente. Questa moto non si adatta al mio stile. è diametralmente opposta. Non c’è un modo facile per adattarla, bisogna anche dire che Honda e Yamaha hanno fatto dei passi avanti e che lavorano duramente”.