Valentino Rossi commenta le libere in Australia: “non è andata troppo male”

da , il

    MotoGP Australia a Phillip Island   Prove libere

    Si conclude la prima giornata di libere per la MotoGP a Phillip Island, in Australia, in quello che è il penultimo Gran Premio della stagione. Ovviamente c’è Casey Stoner in cima alla classifica, con ben 8 decimi di vantaggio su Daniel Pedrosa, in un venerdì classico per la pista di casa del Canguro Mannaro, con vento freddo e anche qualche goccia di pioggia. Il tutto però non ha fermato però Casey dallo scendere sotto l’1’30 con 1’29’999. Le Ducati quest’oggi sono riuscite a rimanere strette alle posizioni della seconda fila, con Valentino Rossi staccato di mezzo secondo da Dovizioso (5°) e da due decimi da Stefan Bradl (7°). Vediamo i commenti.

    Valentino Rossi, Ducati MotoGP Team: “Alla fine dei conti questa prima giornata non è andata troppo male, considerando che non siamo lontanissimi da Bradl e Bautista. Abbiamo migliorato il set-up della moto e sono riuscito ad andare abbastanza più veloce rispetto a questa mattina. Ho anche fatto qualche bel giro con la gomma usata, una cosa importante. Domani proveremo a fare un altro passo in avanti cercando di trovare un bilanciamento che mi permetta di guidare bene nelle curve veloci senza perdere troppa trazione in accelerazione. Qui ci sono molte accelerazioni da sinistra per cui la temperatura si alza molto e le gomme scivolano sempre di più. Vedremo domani, dobbiamo continuare a migliorare, come siamo riusciti a fare oggi tra un turno e l’altro, e poi decideremo anche qualche gomma usare“.

    Nicky Hayden, Ducati MotoGP Team: “Non è stata una gran giornata. Le condizioni non erano facili per nessuno su una pista così veloce, con vento freddo e pioggerella a tratti. Non mi sentivo a mio agio nelle curve veloci, dove la moto si muoveva molto. Con una vibrazione così forte era difficile spingere al limite. Questa sera dobbiamo capire cosa possiamo modificare per ritrovare un po’ il feeling per poter fare un deciso passo in avanti domani”.

    MotoGP Australia a Phillip Island   Prove libere

    Quanto a Casey Stoner, visto il suo tempo già vicinissimo alla sua pole dell’anno scorso, gli è stato chiesto se pensa di battere il record, primato imbattuto dal 2008 con Ducati:

    “Sì, ma allora l’asfalto era migliore rispetto ad oggi, anche se sono sorpreso di essere andato così forte così rapidamente. Il merito è della maggiore potenza di queste moto, ma pensavo che nel secondo turno i miei avversari si avvicinassero. Invece dopo aver girato bene, di passo, con le gomme morbide, per quasi l’intera distanza di gara, ho messo le dure ed ho migliorato ancora. In realtà la mia caviglia è in condizioni peggiori di quanto fosse in Giappone, ma qui ci sono molte meno curve a sinistra, così la devo caricare di meno e ciò aiuta. Sarà necessario usare la gomma dura, perché la morbida cala troppo rapidamente, ma questa è la mia pista, ed è l’ultima volta che vi corro, dunque è naturale che questo Gran Premio sia un po’ speciale per me. Questa non è una pista come le altre, dove freni ed acceleri, ha i suoi segreti. ma non intendo svelarli“.

    A questo si è aggiunto Jorge Lorenzo, che ha dichiarato:

    È stata una giornata difficile, le condizioni metereologiche erano complesse. C’è molto vento ed è davvero problematico riuscire a guidare al meglio. Per noi l’obiettivo è di tenere il passo di Dani e Casey, ma qui lui è di un altro livello. Domani lavoreremo sul bilanciamento della moto per tenere la gomma anteriore più a terra“.

    Foto BY AP/LaPresse