Valentino Rossi conquista Sepang

Valentino Rossi domina nuovamente i test sul circuito di Sepang lasciando tutti a bocca aperta

da , il

    Valentino Rossi, dopo aver dominato le giornate dei test del 4 e 5 febbraio a Sepang, ritrova la prima posizione anche oggi. Alle sue spalle si sono ritrovati, il ducatista Casey Stoner e una sorpresa davvero gradita: il pilota italiano della Honda, Andrea Dovizioso. Il forlivese ha girato sul tracciato malese con il crono di 2’01.631, migliorando la prestazione di due settimane fa. Dunque, Rossi domina, la Rossa insegue e Dovizioso prova a dar fastidio ai grandi con la sua HRC, in netto e costante miglioramento, dopo l’arrivo dell’ex Desmo, Livio Suppo.

    Il campione del mondo in carica della MotoGP, Valentino Rossi si riprende la vetta della classifica dei tempi, dopo aver dominato le precedenti prove ufficiali della classe regina in Malesia. Il pilota della Yamaha M1 sta dimostrando uno stato di forma fisica e mentale impeccabile. Il cantauro italiano ha chiuso la sua giornata con il miglior tempo di 2’01.068, concentrandosi nello sviluppo generale della moto e lavorando anche sui nuovi calibri dei freni Brembo.

    In seconda posizione c’è la Ducati Marlboro di Casey Stoner, impegnato a sistemare gli ultimi dettagli del nuovo motore e dei vari forcelloni. L’australiano ha migliorato il suo giro veloce con il tempo di 2’01.219 confermandosi come vera e propria spina nel fianco del Dottore.

    La vera sorpresa della giornata, è stata l’eccellente prestazione di Andrea Dovizioso, che nei test precedenti non aveva fatto meglio di un 2’02.272, ma oggi ha iniziato il lavoro, trovando il terzo tempo globale con un 2’01.631. Come lui, il connazionale Loris Capirossi, quarto a 56 millesimi dal pilota Honda.

    Invece, la coppia tutta texana del team Monster Yamaha Tech3 conferma le buone sensazioni dell’avvio di stagione: Ben Spies e Colin Edwards chiudono rispettivamente in quinta e seata posizione, divisi da appena 54 millesimi.

    Ha riscontrato più difficoltà del previsto, Dani Pedrosa, che con la sua Honda chiude settimo con un tempo di 2’02.036 ed è protagonista di una caduta senza conseguenze all’altezza della curva 9. Alle sue spalle, il resto della top ten: Mika Kallio, Alvaro Bautista e Marco Melandri . Lo spagnolo del team Rizla fa registrare il maggior miglioramento nella classifica dei tempi rispetto al test di inizio febbraio: per lui ben 1.196s guadagnati.

    Nota stonata della giornata, il sedicesimo posto dell’italiano ex campione 250cc, Marco Simoncelli.