Valentino Rossi: contro Ben Spies sarà dura

Valentino Rossi non si farà sorprendere dal giovane Ben Spies

da , il

    Valentino Rossi non si farà sorprendere dal giovane Ben Spies. Il nove volte campione del mondo ha ammesso di aver già incasellato il texano del Team Yamaha Tech 3 tra gli avversari da battere, alla pari di Jorge Lorenzo e Casey Stoner.

    Il campione del mondo Superbike ha impressionato a Valencia (dove ha corso come wild card Yamaha) e anche il Dottore si è reso conto di non essere al cospetto di un pilota qualsiasi: nel 2010 Texas Terror sarà un rookie capace di impensierire i navigati top rider della classe regina.

    Ben Spies ha esordito molto bene in MotoGP: a Valencia, nel GP della Comunità Valenciana, ha concluso al settimo posto e sta facendo molto bene anche nei test pre-stagione col Team Tech 3.

    Texas Terror ha già dimostrato in passato di essere riuscire ad adattare il proprio talento a moto e competizioni diverse (ha vinto il titolo iridato alla sua prima partecipazione al mondiale Superbike… E con numeri da paura!)

    E Valentino Rossi ha già adocchiato il nuovo talento del motociclismo, mettendolo tra i suoi avversari per il mondiale MotoGP 2010: “Ben Spies ha stupito un sacco di gente, me compreso,” ha dichiarato il Dottore, “A Valencia è stata una grande sorpresa. Ha fatto una buona gara ed ogni volta che è sceso in pista ha migliorato. Di sicuro penso che è un altro avversario difficile da battere per il prossimo anno.

    Valentino ha anche parlato di Christian Battaglia e Andrea Zugna, gli ingegneri passati dalla Yamaha alla Honda
: “E’ un vero peccato,” ha affermato, “Ma il mondo è pieno di bravi ingegneri e non è impossibile trovare altri due ragazzi. Il vero problema è che negli ultimi due anni abbiamo lavorato a stretto contatto con Battaglia e Andrea Zugna… E quindi la Honda saprà come lavoriamo.