Valentino Rossi: critiche da Lorenzo e Yamaha

Lorenzo ha accusato Rossi di essere stato "scorretto" durante il duello per il podio ingaggiato tra i due sul circuito di Motegi, dichiarando di aver temuto addirittura per la sua integrità fisica

da , il

    Motogp: duello Rossi-Lorenzo

    Il Gran Premio del Giappone si è chiuso con una polemica infuocata tra il “quasi” campione del mondo MotoGP e l’attuale detentore del titolo iridato, i due compagni di scuderia Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, entrambi nel Team Fiat Yamaha.

    Lo spagnolo ha accusato Rossi di essere stato “scorretto” durante il duello per il podio ingaggiato tra i due sul circuito di Motegi, dichiarando di aver temuto addirittura per la sua integrità fisica. E la Yamaha gli ha dato ragione.

    Continuano gli attriti tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Il rider spagnolo non ha infatti gradito il comportamento del compagno di scuderia durante il ventitreesimo giro, quello in cui si sono sorpassati a vicenda quattro volte alla ricerca di un posto sul podio del Gran Premio del Giappone.

    Rossi è stato scorretto!” ha dichiarato Lorenzo, che non ha gradito l’agonismo del numero 46, “Ho temuto per la mia integrità… Quando ti appoggi a un pilota e lo porti fuori pista hai fatto qualcosa molto al limite, anche se forse non illegale… Corriamo per la stessa Marca, io mi sto giocando il campionato mondiale: non capisco che bisogno ci sia di comportarsi così. Mi sono riunito con lo staff Yamaha e anche loro pensano che Valentino non sia stato corretto: mi hanno garantito che gli faranno un richiamo.

    Sarà anche stato un duello spettacolare e fantastico per il pubblico. Ma non è certo una bella sensazione quando con una MotoGP ti tocchi a quella velocità e rischi di cadere,” ha continuato Porfuera, “Ho cercato in tutti i modi di guidare pulito senza fare pazzie, di non toccarlo, mentre lui si è comportato come aveva fatto in passato con Gibernau e Stoner. Ma io non sono Gibernau o Stoner, sono molto più “caliente” e in futuro saprò come comportarmi. Ora credo che nei prossimi duelli, non solo io ma anche altri saremo più aggressivi nei confronti di Rossi.

    Lorenzo non l’ha presa decisamente bene, e a quanto pare la Yamaha gli ha dato ragione attraverso le parole di Lin Jarvis, che ha dichiarato: “Penso che il comportamento in gara di Valentino oggi non sia stato corretto.”

    Ma la Yamaha li ha messi insieme, e non deve stupirsi se i due galli hanno iniziato a beccarsi.