Valentino Rossi: “dietro ad Agostini e Hailwood sono il migliore della storia”

da , il

    Valentino Rossi MotoGP Valencia 2013

    Siamo all’ultima gara del mondiale della MotoGP 2013. Valentino Rossi vuole chiudere al migliore dei modi questa sua prima stagione dopo il ritorno in Yamaha, cercando di aiutare il compagno di box a vincere il titolo. Considerato ormai il quarto del gruppo, Rossi vuole almeno il podio a Valencia, per poi ripartire subito per i test 2014. L’intervista, rilasciata a Sky Sport, verte su più argomenti: dalla prossima stagione, fino ai migliori di adesso e della storia nelle due ruote, passando per le quattro di ruote, argomento mai del tutto svanito nei discorsi del pesarese. Dopo il salto le parole del Dottore.

    Le parole di Valentino Rossi: “Valencia non è una delle mie piste preferite, ma ho fatto anche buoni risultati e qualche vittoria. Dobbiamo dare il massimo come sempre in questo fine settimana e se sarò abbastanza veloce vorrei cercare di aiutare il mio compagno di squadra Jorge Lorenzo cercando di arrivare sul podio. Ho un contratto fino al 2014, ma vorrei correre ancora, per altre due stagioni. Il decimo titolo mondiale è un sogno, non un’ossessione. Questa, intanto, è stata una buona annata. Lorenzo ha dimostrato che ora è il migliore. Vincere ad Assen è stato speciale. In questi 2 anni mi sono chiesto se fossi riuscito a lottare ancora per la vittoria. Dietro a Agostini e Hailwood mi considero il miglior pilota della storia. Le quattro ruote non sono una passione tramontata. Lo è la F1, però. Della Ferrari sono tifoso e con il team principal Domenicali ho un ottimo rapporto. Ma quel treno è passato. Quanto al campionato in corso, Alonso è una forza. Ma Vettel, è evidente, fa passare molte notti insonni agli avversari. E’ così perfetto da rischiare di essere antipatico. Quanto alla Rossa, due grandi piloti possono solo aiutare a crescere un team. Ecco perché mi piace l’idea Alonso-Raikkonen.”

    [sondaggio id="401"]