Valentino Rossi: dodicesimo tempo e poco dolore

Valentino Rossi è soddisfatto della prima giornata di test a Sepang nonostante i risultati poco lusinghieri (tempo di 2’03″365 e 41 giri percorsi) perché asserisce di aver sentito poco dolore alla spalla operata

da , il

    Valentino Rossi non si arrende mai e cerca sempre di mostrarsi ottimista e fiducioso dopo i test di Sepang: questa caratteristica lo rende simpatico agli occhi degli ammiratori e antipatico a quello dei detrattori, che mal digeriscono questa sua filosofia da bicchiere sempre e comunque mezzo pieno.

    I test MotoGP lo hanno visto ottenere solo il dodicesimo tempo, a 1″7 da Casey Stoner, oggi il più veloce con la sua Honda: il Dottore è stato il più lento, dietro anche alla Ducati satellite di Randy de Puniet e del collaudatore HRC Kousuke Akiyoshi.

    TEST MOTOGPValentino Rossi è soddisfatto della prima giornata di test a Sepang nonostante i risultati poco lusinghieri (tempo di 2’03″365 e 41 giri percorsi) perché asserisce di aver sentito poco dolore alla spalla operata: “Poche volte sono stato così contento per un dodicesimo posto,” spiega Rossi, “Dopo i test di Misano eravamo abbastanza pessimisti, dato che avevo sentito veramente molto male. Qui invece è andata meglio, soprattutto questa mattina quando siamo riusciti a fare venti, venticinque giri con una buona velocità.”

    Purtroppo nel pomeriggio ho perso molta forza e ho fatto più fatica ma alla fine sono riuscito a fare un’altra buona quindicina di giri,” continua il rider della Ducati Desmosedici GP11, “Diciamo che al momento ho parecchio dolore e poca forza mentre sarebbe meglio il contrario!

    Abbiamo ancora tanto lavoro da fare, ma abbiamo anche fatto parecchie cose: abbiamo lavorato sulla posizione di guida e stiamo cercando di capire, dei tanti dettagli che possiamo regolare sulla moto, quali siano le soluzioni migliori,” ha ammesso il nove volte campione del mondo, “La Ducati non va cambiata nel suo dna, dobbiamo sfruttarne i lati positivi e migliorare altri. La spalla? La cosa importante sarebbe riuscire a riposare bene stanotte per recuperare un po’ di mobilità, per fare altri 30, 40 giri domani. Proseguiremo con massaggi rilassanti e ghiaccio.”