“Valentino Rossi domerà la Ducati”, parola di Gibernau

Gibernau è convinto che l'accoppiata Valentino e Ducati possa dare ampie soddisfazioni agli sportivi italiani

da , il

    Rossi e Gibernau

    Ap/LaPresse

    L’ex centauro della MotoGP, Sete Gibernau si sbilancia sul futuro della nuova coppia tutta italiana del mondiale: Valentino Rossie Ducati. RIcordiamo che il centauro spagnolo ha corso con la Rossa nel team ufficiale nel 2006 e poi con una moto satellite nel 2009. L’ex rivale di Rossi è convinto che Valentino riuscirà a domaare la Desmo con successo: “la Desmosedici non è una moto facile, ma di sicuro Vale risucirà a ottenere il massimo. In queste situazioni è molto bravo. E se è riuscito a vincerci Stoner, non vedo perché non debba farcela lui”.

    Lo spagnolo Gibernau è convinto che l’accoppiata Valentino e Ducati possa dare ampie soddisfazioni agli sportivi italiani, anche se nei test di Valencia, Rossi è giunto solo quindicesimo. Secondo l’ex centauro iberico della Desmo, l’italiano ha deciso di cambiare scuderia per trovare nuovi stimoli: “se ha deciso di cambiare è stato per avere delle nuove motivazioni, che sono fondamentali per poter lavorare duro e dare sempre il 100%. Di certo c’è stata anche la pressione dei fan, che da tanto tempo lo volevano alla Ducati. Se riuscisse a vincere il titolo sarebbe un grande evento.

    Ricordiamo che Sete ha corso con la Ducati, sia nel team ufficiale che in quello satellite e se dice che il pesarese riuscirà a domare il mostro di cavalli di Borgo Panigale, c’è da credergli: “non vedo perché non debba farcela. Se Casey è riuscito a vincerci. La Ducati è una moto che più delle altre necessita di trovare il miglior compromesso tra macchina e uomo, non è certo una moto facile. Il pilota deve adeguarsi alle caratteristiche del mezzo e i tecnici dovranno cercare di rendere la Desmosedici la più vicina possibilie alle richieste di Rossi. Ma Vale è bravo proprio a fare questo e sono sicuro che riuscirà a ottenere il massimo”.

    Forse lo spagnolo sarà a conoscenza di tutti i dettagli dell’accordo tra Rossi e la Ducati, contratto che prevede indipendenza nel modellare la moto secondo le esigenze e lo stile di guida del pilota.