Valentino Rossi dopo i test di Misano: “Forcellone OK, nuovo telaio bocciato”

da , il

    Motomondiale San Marino    Il sabato pre gara

    AP/LaPresse

    Dopo i test di ieri sul circuito di Misano, su cui Domenica Valentino Rossi è stato autore della sua miglior gara da quando è in Ducati andando a ottenere un secondo posto sull’asciutto alle spalle del suo futuro compagno di squadra Jorge Lorenzo, è tempo di bilanci per la casa di Borgo Panigale che con questi test continua a guardare al futuro portando avanti lo sviluppo dei componenti che verranno utilizzati come base per la moto della stagione 2013. Nella giornata di ieri sono stati provati nella fattispecie un nuovo telaio con rigidezze diverse da quello utilizzato da Rossi nella gara di Misano e un nuovo forcellone.

    Valentino Rossi ha completato 53 giri sul tracciato del Misano World Circuit Marco Simoncelli testando tutte le novità portate dalla Ducati per questa giornata di test, a fine giornata il pilota di Tavullia ha reso note le sue sensazioni sulle novità provate approvando di fatto il nuovo forcellone, ma bocciando questa nuova versione del telaio.

    Ecco le parole del Dottore: “È stata una buona giornata: abbiamo provato un telaio dalle rigidezze diverse ma, onestamente, non mi è piaciuto tanto. Era migliore sotto certi punti di vista, ma peggiore sotto altri, quindi alla fine non era un passo in avanti. Poi invece abbiamo provato un forcellone diverso, che mi è piaciuto molto perché mi aiuta un po’ in accelerazione e rende la moto più stabile in uscita di curva. Quindi delle due novità, una ha funzionato. Lo useremo ad Aragon e vedremo se anche lì, su una pista diversa, potremo confermare queste buone sensazioni”.

    AP/LaPresse

    A questi test doveva originariamente partecipare solamente Nicky Hayden, ma viste le sue condizioni fisiche ancora non ottimali a causa della caduta in cui è incappato durante le qualifiche di Indianapolis, la Ducati ha deciso di far scendere in pista anche Rossi. Il pilota americano ha quindi preso parte in maniera ridotta a questa giornata di test girando solamente nella mattinata.

    Nicky nei pochi giri compiuti ha avuto comunque modo di provare il telaio utilizzato dal suo compagno di squadra nella gara di Misano e anche il nuovo forcellone. Kentucky Kid ha avuto delle buone sensazioni da questi due nuovi pezzi, dicendosi specialmente soddisfatto dal telaio visto che aiuta a trovare un maggiore grip sull’anteriore.

    “Per non forzare troppo la mano oggi abbiamo fatto solo due uscite, una con la moto che ho usato in gara e una con la nuova ciclistica. È stato positivo potersene fare un’idea. Ho potuto percepire le differenze più di quanto mi fossi aspettavo e sicuramente il feeling è migliore, mi da più fiducia perché il grip in frenata è migliore e di conseguenza lo è anche il turning. Penso sia un passo nella direzione giusta e sono contento del lavoro fatto dalla Ducati in questo senso. Dovrò probabilmente aumentare un po’ la rigidezza della molla della forcella ma in ogni caso già così è uno step positivo. Sono soddisfatto e ad Aragon cominceremo a lavorare sul set-up”, queste sono state le parole di Hayden a fine giornata.

    Anche Franco Battaini è sceso in pista per dedicarsi allo sviluppo dell’elettronica, mentre Andrea Iannone, pilota Ducati dalla prossima stagione, era presente ai box ma non è sceso in pista.

    Ovviamente dopo l’ottimo risultato nella gara e questo test in cui ai piloti ufficiali viene fatto provare l’ennesimo pacchetto di novità per migliorare la ciclistica oltre a un nuovo telaio, tutti aspettavano le dichiarazioni del papà della Desmosedici, l’ingegner Filippo Preziosi.

    Preziosi non si nasconde ai microfoni e dichiara: “È stato un test molto utile: Avevamo preparato un telaio uguale a quello utilizzato ieri in gara per quanto riguarda le geometrie, e modificato nelle rigidezze: Valentino ci ha dato un feedback che ci permetterà di progettarne un’evoluzione con le caratteristiche positive che ci ha evidenziato, e che corrispondono a quanto ci aspettavamo dai calcoli fatti, senza perdere in precisione. Avevamo anche un forcellone diverso che a Valentino è piaciuto e che quindi porteremo ad Aragon. Nicky invece ha fatto una prova comparativa tra telaio e forcellone pre-Misano e quelli usati da Valentino ieri. Il suo primo commento è stato positivo ma dovremo confermarlo ad Aragon quando le sue condizioni fisiche saranno migliori”.

    Ma la cosa più importante Preziosi l’ha detta in chiusura, annunciando che prima dell’ultima gara dell’anno, che si correrà sul circuito di Valencia, potrebbe arrivare un ulteriore aggiornamento al telaio: “Sulla base dei dati raccolti oggi stiamo accelerando la produzione del prossimo step del telaio che potrebbe arrivare prima di Valencia”.