Valentino Rossi-Ducati: condannati a vincere subito

Per Filippo Preziosi, l'arrivo di Valentino Rossi in Ducati ha creato un'attesa spasmodica, ma costringe Borgo Panigale a rispettare le tante aspettative dei tifosi e vincere subito nel prossimo Motomondiale

da , il

    Dalla settimana scorsa, il campione del mondo della MotoGP, Valentino Rossi è il nuovo pilota della Ducati per il Motomomondiale 2011 e per il 2012, mettendo fine ad una trattativa lunga e risolta nel migliore dei modi. Secondo Filippo Preziosi, l’arrivo del Dottore in sella alla Desmosedici è una grande opportunità mediatica e commerciale, ma obbliga gli uomini di Borgo Panigale a vincere subito, per non deludere le tante aspettative dei tifosi riguardo all’unione della “famiglia Rossa”. Sarà un’impresa ardua prevalere su Lorenzo, oppure su Stoner alla Honda

    Per il padre naturale della creatura chiamata Desmosedici, Filippo Preziosi, l’arrivo di Valentino Rossi in Ducati ha creato un’attesa spasmodica nei tanti tifosi della Rossa e costringe Borgo Panigale a rispettare le tante aspettative nel vincere subito la prossima MotoGP 2011.

    Come recita lo stesso comunicato: Rossi is Red; l’approdo di Valentino in Ducati apre un nuovo eccitante capitolo della storia sportiva della Casa italiana e del Motomondiale. L’opportunità di avere tra le proprie fila un pilota dalle straordinarie qualità umane e tecniche come Il Dottore è considerata un grandissimo valore aggiunto per l’intero progetto MotoGP.

    “Siamo particolarmente felici di poter annunciare che dal 2011 Valentino Rossi sarà con noi”; ha commentato Gabriele Del Torchio, Presidente Ducati Motor Holding . “Un binomio d’eccellenza nel panorama motociclistico mondiale, coerente con la nostra caratteristica di azienda italiana, portabandiera dei valori del made in Italy che trovano nella tecnologia, nel design e nella sportività gli elementi distintivi e la chiave del successo. Un accordo che è stato reso possibile oltre che dalla ferma volontà delle parti, anche dal convinto supporto del nostro azionista Investindustrial e di tutti gli sponsor del Ducati Marlboro Team, che hanno creduto in questa opportunità e continuano a darci fiducia, condividendo e appoggiando le nostre scelte”.

    Nota ufficiale anche da parte di Filippo Preziosi, direttore generale della Ducati Corse: “fino a Valencia rimarrà un avversario la cui grandezza è qualcosa che ha sempre dato un valore speciale alle nostre vittorie, ma nel momento in cui salirà sulla Ducati potremo analizzare liberamente ogni dettaglio tecnico per sviluppare una moto sempre migliore. Ha già vinto tanto e ci obbliga a vincere.”