Valentino Rossi, Ducati e Yamaha: questioni in sospeso

Il clamoroso passaggio di Valentino Rossi alla Ducati ha solleticato la curiosità degli appassionati delle due ruote, poiché si tratta di una notizia dai mille retroscena che cambia sostanzialmente la fisionomia dell'intera MotoGP

da , il

    Valentino Rossi chiude con la Yamaha

    Il clamoroso passaggio di Valentino Rossi alla Ducati ha solleticato la curiosità degli appassionati delle due ruote, poiché si tratta di una notizia dai mille retroscena che cambia sostanzialmente la fisionomia dell’intera MotoGP.

    Tra i quesiti ancora aperti ci sono quelli relativi ai dettagli dell’ingaggio di Rossi e alle prime prove del Dottore in sella alla Desmosedici, dato che la Yamaha, facendo valere il contratto fino a dicembre, può benissimo vietare al pilota di provare la nuova moto prima del 2011.

    Valentino Rossi aveva rifiutato il corteggiamento della Ducati nel 2003… Cosa è cambiato da allora?

    Le cose che hanno fatto la differenza sono state aver capito di sentire la voglia di fare qualcosa di diverso, sono cambiati molto anche loro,” risponde il nove volte campione del mondo, “Un’altra cosa che mi ha convinto a lasciare la Yamaha è stata la situazione di Masao Furusawa che quest’anno va in pensione. Per me la Yamaha era lui, io ho parlato sempre con Furusawa di questione tecniche e non solo; quindi mi mancherebbe una persona importante.

    E a chi gli chiede se pensa di poter vincere in MotoGP con la Desmosedici risponde: “Quando sono arrivato in Yamaha la moto era molto meno competitiva di quanto poteva essere la Ducati all’epoca. Sono cambiati i tempi sono passati gli anni, credo sarà difficile anche questa volta.

    Forse sarà più facile il 2012 quanto tutti ripartiremo da zero con le 1000cc, ma per dirlo con certezza dovrei provare la Ducati,” continua Rossi, che vorrebbe provare quanto prima la Desmosedici: “Naturalmente dalla Yamaha mi aspetto che non si dimentichino di tutto quello che ho fatto per loro e che mi facciano provare la Ducati a Valencia. Chi mi seguirà? Non lo sappiamo con certezza. Ci sono persone con età e nazionalità diverse. Ne stiamo discutendo.

    La Ducati in questo senso ha già dato il permesso a Casey Stoner di provare con la Honda a Valencia: un invito alla Yamaha a liberare Valentino.