Valentino Rossi: Ducati in meeting per la GP11

La Ducati ha organizzato un meeting con Valentino Rossi e il suo staff (su tutti, Jeremy Burgess) per definire insieme a Fillipo Preziosi e gli altri responsabili del progetto MotoGP gli interventi da effettuare sulla Desmosedici GP11

da , il

    Valentino Rossi con Brivio

    La Ducati ha organizzato un meeting con Valentino Rossi e il suo staff (su tutti, Jeremy Burgess) per definire insieme a Fillipo Prezioso e gli altri responsabili del progetto MotoGP gli interventi da effettuare sulla Desmosedici GP11.

    Le decisioni verranno prese alla luce dei riferimenti acquisiti da Rossi durante il test di Valencia e da quelli ricavati dalle successive prove del Ducati Test Team a Jerez, con in sella Vittoriano Guareschi e Franco Battaini.

    In Ducati hanno deciso di dare a Valentino Rossi carta bianca, non solo nello sviluppo della moto ma anche sul personale da aggiungere alla scuderia (undici persone, più Davide Brivio, hanno deciso di lasciare la Yamaha per seguire Valentino Rossi a Borgo Panigale) in modo da “Consentire a Valentino di guidare da Valentino“, così come diceva Preziosi qualche giorno fa. Il nove volte campione del mondo rappresenta infatti la più grande scommessa della casa di Borgo Panigale.

    E puntano ancora su Valentino anche Davide Brivio, che ha lasciato la Yamaha dopo 19 anni, e Jeremy Burgess: “Se sei fortunato, uno come Valentino ti capita una volta nella vita,” spiega Brivio, “Dopo aver lavorato con lui, diventa difficile seguire un altro pilota. Perché, oltre a essere il più forte, ha carisma, fascino, intelligenza: tutte qualità che rendono eccitante e affascinante ogni momento passato insieme.

    Burgess invece, a 57 anni suonati, non ha avuto paura di dover ricominciare da capo e si è tuffato negli impegni con entusiasmo, perché la Ducati è molto differente dalla Yamaha… E vi si lavora senza sosta: Alex Briggs – uno dei meccanici storici di Rossi – “Sostiene di non aver mai lavorato così tanto in vita sua.”