Valentino Rossi-Ducati: la telenovela continua…

Nonostante Valentino Rossi sia ancora alle prese con la riabilitazione dall'infortunio di tibia e perone subito al Mugello, si continua a vociferare di un suo probabile passaggio alla Ducati ufficiale

da , il

    Mentre a Barcellona, teatro del prossimo Gran Premio della MotoGP 2010 si stanno svolgendo le qualifiche, continuano a crescere le voci di un possibile e a questo punto clamoroso passaggio di Valentino Rossi in sella alla Ducati ufficiale. Addirittura MCN, sul suo magazine, sostiene che l’annuncio ufficiale potrebbe essere dato già durante il week-end in Catalunya. Qualsiasi cosa succeda, il tanto sospirato comunicato non verrà diramato in questi giorni, poichè il trasferimento di Rossi, Burgess e Co. alla corte della Desmo, merita più di un contratto scritto in fretta e furia.

    Nonostante il pilota della Yamaha, Valentino Rossi sia ancora alle prese con la sua lunga riabilitazione, a causa del terribile infortunio subito a tibia e perone subito, si continua a vociferare di un suo probabile passaggio alla Ducati ufficiale di Borgo Panigale.

    MCN ha lanciato, sul suo magazine, lo scoop secondo il quale, l’accordo tra Rossi e Ducati sarebbe già cosa fatta e decisa e che a questo punto, l’annuncio avverrà durante questo fine settimana di gare.

    Dalle parti interessate non è arrivata nessuna smentita, dopo che la scabrosa notizia ha cominciato a rimbalzare furiosamente sul web, scatenando sogni e rabbia dei molti appassionati di MotoGP, Ducati e Rossi.

    La storia tra Vale e la Desmo parte da molto lontano e sono molti quelli che spingono per un rapido matrimonio delle due parti interessate e continuano a creare un eco mediatico anche sui mezzi di comunicazione. La verità a questo punto è nel mezzo: non è scontato che il Dottore finisca sulla Rossa, ma è vero che i due soggetti si stanno avvicinando per una possibile trattativa che ad occhio nudo appare davvero complessa.

    Questo innanzitutto perchè l’unione tra Valentino e Ducati comporta piccoli dettagli, che partono dal team di meccanici capeggiati da Jeremy Burgess, che il pesarese porterebbe nel box di Filippo Preziosi, vero padre della tecnologia Desmo e che potrebbero riguardare anche gli sponsor sulla futura Desmo11.

    Ma è anche vero che la Yamaha non ha ancora preso una posizione sul futuro pilota sul quale puntare: Lorenzo o Rossi? L’unica voce uscita fuori dal coro è stata quella del boss della casa moto giapponese, Furusawa che ha riferito che lo sviluppo della M1 creata da Vale e co. è arrivato praticamente al limite.

    Ora che il campione del mondo della MotoGP deve recuperare la forma fisica è difficile ipotizzarne il futuro, anche perchè il Dottore non ha mai detto categoricamente: “resto in Yamaha, Ducati ciao”.

    Cosa lo spinge ad essere indeciso?