Valentino Rossi-Ducati: Preziosi tira le somme dei test di Valencia

Valentino Rossi ha conquistato solo il quindicesimo tempo nei test di Valencia

da , il

    Rossi Ducati Preziosi

    Ap/LaPresse

    Filippo Preziosi, creatore della Ducati, definisce con una battuta i primi due giorni di Valentino Rossi sulla Desmosedici: “gli avevo detto di andare piano, è stato di parola…”. A parte gli scherzi, l’ingegnere italiano ritiene che nonostante i tempi deludenti dei test di Valencia, Valentino sia riuscito a fornire molti dati sui quali lavorare: “Rossi ha stupito per quanto riesce a essere positivo e calmo. Ci ha dato, con Hayden, una grande massa di informazioni. Settimana prossima faremo un meeting e quando a dicembre arriverà Burgess, discuteremo ancora”.

    Valentino Rossi è riuscito a conquistare soltanto il quindicesimo tempo nei test di Valencia relativi alla prossima MotoGP 2011. Filippo Preziosi, padre della tecnologia Desmo, prova a spiegare i motivi di tempi così deludenti.

    Secondo l’ingegnere italiano, Rossi non ha potuto andare al massimo nei test per la poca confidenza con il bolide Desmo16 nei giorni di test, ma ha comunque fornito un feedback di dati sui quali poter lavorare e migliorare il feeling con la moto: “la verità è che se non hai confidenza non spingi, se non spingi la temperatura delle gomme scende e con le gomme fredde è impossibile essere veloce. Poteva andare meglio e potevamo ottenere più risposte, ma normalmente non mi fisso su come avrebbe dovuto o potuto andare, ma su cosa dobbiamo fare per progredire. Purtroppo però le soluzioni uno ce le ha quando le ha messe in pista e ha verificato che vanno bene. Per ora quindi abbiamo delle idee”.

    Dunque, il secondo giorno di prove sulla Ducati per Rossi non è andato proprio come tutti speravano, ma Preziosi nelle sue parole loda il metodo di lavoro di Valentino: “è incredibile quanto Valentino sia tranquillo, metodico, analitico e positivo durante il lavoro anche quando le cose non vanno benissimo come oggi. Analizza ogni dettaglio, oggi mi ha stupito quanto riesca ad essere positivo e calmo. Da uno che ha vinto come lui ti aspetti che se i test vanno come questo ti dica ma che razza di moto avete fatto, invece tutto il contrario. E forse è proprio per questo che ha vinto tanto”.

    E sull’imminente operazione di Vale alla spalla infortunata lo scorso anno: “mi aveva anche detto che con la spalla non era a posto, ma io questa frase l’ho cancellata. Ho fatto conto che fosse al cento per cento e che siamo noi a dover migliorare la moto. Sono abbastanza tranquillo perchè normalmente per il recupero da un’operazione come quella alla quale si sottopporrà Rossi ci vogliono dai 60 ai 90 giorni per guarire. Non ne abbiamo 75, quindi.. e poi questi tempi sono quelli relativi agli esseri umani, non a Valentino Rossi”; ha aggiunto l’ingegnere.