Valentino Rossi: Ducati solo nel 2011?

Autunno 2003: le voci sul passaggio di Valentino Rossi da Honda a Yamaha si rincorrono senza sosta

da , il

    Autunno 2003: le voci sul passaggio di Valentino Rossi da Honda a Yamaha si rincorrono senza sosta. Autunno 2009: stesso protagonista, diversa scuderia. Il prossimo anno il Dottore sembrerebbe destinato a guidare una Ducati. E a quanto pare il passaggio potrebbe esserci, ma solo nel 2011.

    Nei giorni scorsi i rumors davano la trattativa tra Valentino Rossi e la Ducati in fase ormai avanzata, ma l’italiano di fatto ha smentito un suo trasferimento a Borgo Panigale per il prossimo anno: ha ancora un anno di contratto con Yamaha, ha dichiarato, quindi la questione non si pone. E per il 2011? Chissà…

    Ma è lo stesso Rossi a smentire: “Non ne capisco il motivo. È impossibile che io sia con Ducati il prossimo anno, primo perché ho un contratto con Yamaha e poi perché non voglio.

    Certo, anche nel 2003 si pensava che Rossi non avrebbe lasciato facilmente la sua RC211V per una moto che non vinceva da tempo e che rappresentava più di un’incognita. Ma a Valentino piacciono le scommesse e quindi scommise. Vincendo.

    E un campione italiano su Ducati è senz’altro una sfida di indubbio fascino, ma l’operazione che porterebbe il Campione del Mondo in Ducati è tanto, troppo costosa a causa della clausola rescissoria di circa 15 milioni di euro. Ma queste sono questioni che riguardano gli sponsor e non è detto che Fiat e Marlboro non vogliano fare uno sforzo economico (anche se aspettando un anno potrebbero avere il Dottore a costo zero).

    Di fatto un passaggio già nel 2010 sembra improbabile perché la casa di Borgo Panigale schiera in MotoGP già cinque moto e non bisogna dimenticare che su una di essa corre un fenomeno come Casey Stoner.

    Valentino Rossi – dopo aver visto svanire la possibilità di guidare la Ferrari – sembra quindi dover rimandare anche l’esperienza in Ducati.

    Ma se invece dovesse accadere il “colpaccio”? In Yamaha ci pensano: infatti per il 2010 hanno blindato Jorge Lorenzo e hanno portato in MotoGP l’americano Ben Spies uno dei giovani più interessanti sul mercato.

    Per sapere cosa accadrà non resta che aspettare il termine della stagione. L’unica cosa certa per ora è che Valentino cavalca verso il secondo titolo iridato consecutivo!