Valentino Rossi e F1: spunta la terza Ferrari

La Ferrari in pista con una terza monoposto guidata da Valentino Rossi

da , il

    Valentino Rossi sale di nuovo su una Ferrari. I due giorni di test di Barcellona (21 e 22 gennaio) sono ufficialmente solo un “regalo” di Montezemolo al Dottore per la vittoria del suo nono titolo iridato nel Motomondiale, anche perché lo stesso campione della MotoGP ha di recente dichiarato che quando smetterà con le moto passerà ai rally, ritenendosi troppo vecchio per ricominciare tutto da capo in una competizione esigente come la Formula 1.

    Ma forse Valentino e Maranello non la dicono tutta: resta infatti in piedi l’ipotesi di schierare una “terza monoposto” che permetterebbe alla Ferrari di far correre Rossi in F1 senza troppe pressioni…

    La Ferrari in pista con una terza monoposto guidata da Valentino Rossi. Una sorta di macchina di rappresentanza, utile principalmente agli sponsor e all’immagine del Cavallino Rampante e solo secondariamente legata al mondiale e alla necessità di far punti.

    Ne ha parlato anche Stefano Domenicali durante la conferenza stampa che ha annunciato il ritorno di Valentino Rossi su una Ferrari: “Si è parlato molto di una terza macchina e sarebbe questa un’ipotesi di crescita interessante per tutto il mondo della Formula 1,” ha detto infatti il Team Principal Ferrari, “E lo sarebbe ancora di più se Rossi potesse avere così l’opportunità di correre nel nostro sport. Questo discorso vale non solo per la Ferrari ma anche per le altre squadre. E quando noi parliamo di terza macchina non vogliamo necessariamente dire che ci debbano essere tre vetture della nostra squadra: potrebbe anche essere una nostra monoposto data in gestione ad una piccola squadra.

    La trovata che farebbe bene anche alla F1 in sé, poiché è probabile che la pattuglia degli iscritti al mondiale perderà altri protagonisti a causa della crisi economica e ci sarà quindi un gran bisogno di ridare lustro alla competizione, ma a quanto pare è stata già bocciata da Bernie Ecclestone che ha dichiarato: “La cosa più importante sarà quella di far arrivare nuovi team, più che permettere a quelli attuali di portare in pista un’altra macchina.

    Le parole di Ecclestone mettono definitivamente la parola fine sul sogno di un’accoppiata Valentino-Ferrari?