Valentino Rossi e la crisi Ducati, Melandri afferma: “Non esistono marziani”

Melandri lancia una frecciata la collega di MotoGP Valentino Rossi che sta riscontrando più di qualche difficoltà sulla Ducati Desmo16

da , il

    melandri rossi ducati

    L’attuale pilota della Yamaha Superbike, Marco Melandri non ha nessuna nostalgia e voglia di tornare nel mondo della MotoGP, la classe regina delle due ruote. A volte, però i fantasmi del passato a volte ritornano e le parole di uno sconsolato Valentino Rossi sulla Ducati ufficiale ricordano le sue su quella stessa moto di Borgo Panigale, all’epoca in cui Casey Stoner stracciava avversari e compagno di squadra conquistando il titolo mondiale: “Non esistono marziani, anche i piloti sono esseri umani, quello che fa la differenza è un’insieme di cose”.

    Mentre Rossi sarà impegnato nei test di Jerez, per cercare di migliorare il rendimento della Ducati e progettare la 1000cc che debutterà nel Motomondiale 2012, un vecchio amico, Melandri ricorda i tempi in cui era in sella alla Rossa.

    In quel periodo tutti davano addosso al Macio poichè non riusciva a vincere come Stoner: “Non seguo quello che dice Valentino però guardo le gare e che ci siano delle difficoltà è evidente. Non esistono la moto migliore e la peggiore, l’importante è che ti dia fiducia, poi i risultati vengono. Se non hai fiducia, non importa quanto hai vinto, non riesci a guidare. Quello che non mi piace è che ai miei tempi fui messo in discussione solo io, adesso solo la moto. Non penso che il pilota sia a suo agio, vanno più piano che a inizio anno, anche se hanno fatto tre moto e Valentino sta meglio fisicamente. Questo non è normale, ma nessuno si chiede il motivo, non mi sembra corretto”; ha concluso il pilota ravennate nella sua intervista a GPone.