Valentino Rossi e la Ferrari? Mai davvero vicini

Valentino Rossi non è mai stato davvero vicino a correre in Formula 1 con la Ferrari: lo ha dichiarato il presidente della Casa di Maranello, Luca Cordero di Montezemolo, ai microfoni di Sky Sport 24

da , il

    Valentino Rossi non è mai stato davvero vicino a correre in Formula 1 con la Ferrari: lo ha dichiarato il presidente della Casa di Maranello, Luca Cordero di Montezemolo, ai microfoni di Sky Sport 24.

    Ma con molta probabilità Montezemolo non dice tutto, perché poi fa capire abbastanza chiaramente che il Dottore potrebbe salire su una Rossa solo se le future regole della F1 permettessero alla Ferrari di schierare una terza monoposto… Quale sarà la verità?

    Valentino Rossi nei mesi scorsi è stato più volte accostato alla Formula 1 e alla Ferrari: a gennaio il campione del mondo della MotoGP guiderà una monoposto del Cavallino Rampante durante dei test, ma il tutto ci era stato venduto come un “capriccio” del Dottore, un “regalo” di Maranello per il suo nono titolo iridato.

    E adesso ci si mette il presidente della Ferrari in persona, Luca di Montezemolo, ad agitare ancora di più le acque: quando i cronisti di Sky Sport 24 gli hanno chiesto se Rossi è stato davvero vicino a correre con la Ferrari, lui ha risposto “No, assolutamente no, mai.

    Una negazione all’apparenza netta, ma che viene subito smentita dalle parole successive: “Io ho una speranza e una convinzione per il futuro della Formula 1… Come avveniva in passato, ad esempio quando abbiamo visto delle Ferrari gestite da una squadra americana, di poter avere una terza macchina in futuro,” ha continuato Montezemolo, “Cosa che non è stata possibile quest’anno anche un po’ per la cocciutaggine di certe squadre. Questo permetterebbe, infatti, a molti giovani piloti che vogliono correre, di farlo, per il bene della F1.

    E Valentino Rossi potrebbe essere uno di quei “giovani”?

    Montezemolo è sfuggente e non chiude completamente la porta in faccia al pilota della Yamaha: “Non so quali siano le intenzioni di Rossi, non so nemmeno se noi nel 2011 saremo in condizione di offrirgli una macchina. Ne parleremo più avanti, quello che è certo è che Rossi è forte e gli auguro di vincere anche nel 2010 e poi vedremo cosa succederà.

    Un’opinione: se e quando Valentino andrà in F1 sarà dopo aver deciso di ritirarsi dal motociclismo. E anche se non sarà mai competitivo, la Ferrari ne otterrebbe comunque un ritorno in immagine e notorietà senza precedenti… E mettendolo sulla terza auto non vedrebbe nemmeno compromesso il suo mondiale.