Valentino Rossi: è sempre il favorito!

Secondo i maggiori esperti nel campo di sondaggi e ricerche, il favorito alla vittoria della MotoGP 2010 è sempre il nostro italiano pilota della Yamaha M1, Valentino Rossi

da , il

    Dopo la lunga pausa invernale e quando mancano ormai solo 30 giorni al via della MotoGP, l’11 Aprile in Qatar, ogni manifestazione sportiva che si rispetti, come la classe regina del Motociclismo ha il suo dominatore incontrastato. A giudicare dai primi test di Sepang, lo strapotere della Yamaha di Valentino Rossi, ha spinto l’attuale campione iridato ad essere considerato come il favorito per eccellenza alla vittoria finale. I vari Casey Stoner, Jorge Lorenzo, Dani Pedrosa e magari qualche esordiente come Ben Spies proveranno a rovinare i piani del Dottore della M1.

    Dopo aver dominato i quattro giorni di test di Sepang, Valentino Rossi resta ancora una volta il favorito per la vittoria dell’ennesimo titolo iridato, il numero 10. Il campione della Yamaha è partito subito forte, spinto dall’intramontabile voglia di vincere e da tanta cattiveria agonistica, infatti, solo il ducatista Casey Stoner ha provato a seguire il suo passo già velocissimo.

    Rossi, grazie alla tanta esperienza accuulata negli anni, ha imparato a gestire e preservare il suo fisico e quando afferma che può competere a questi livelli per altri due o tre anni, contro dei rivali nettamente più giovani, è bene credergli. I suoi 31 anni, compiuti lo scorso 16 Febbraio, non sono un peso ma un vantaggio da gestire contro tutti gli altri pretendenti al titolo di campione mondiale.

    Dopo aver passato 14 stagioni al top della forma, se si esclude 2006 e 2007, c’è la chiara sensazione che il talento italiano della Yamaha M1 voglia disputare un 2010 superlativo, senza gli errori ed i malumori della scorsa MotoGP 2009, vedi i dissapori con il compagno di squadra Lorenzo sullo scambio dei dati della telemetria.

    A parte le scaramucce, all’orizzonte di VR46 si delinea un bivio: restare in Yamaha; oppure accettare l’ennesima sfida, forse la più suggestiva per passare in Ducati e cercare uno spettacolare trionfo su una moto italiana. Ma davanti a Valentino c’è tutto il Motomondiale 2010 dove dovrà tenere a bada i soliti giovani terribili: Casey Stoner, Jorge Lorenzo e forse Dani Pedrosa.