Valentino Rossi e Sky presentano il nuovo team VR46, che correrà in Moto3 nel 2014

Valentino Rossi e Sky insieme con un team in Moto3

da , il

    Team VR46

    La società VR46 insieme a Sky, hanno dato il via ad un progetto ambizioso che punta ad una rinascita del motociclismo italiano a partire dai giovanissimi delle categorie minori, cercando di risanare quello che, al momento, è il grande deficit che sta penalizzando il nostro tricolore delle due ruote, eclissato totalmente da quello che invece sembra esser un ben più sano vivaio spagnolo. Valentino Rossi quindi inizia la sua vita di “imprenditore” e lo farà con Romano Fenati e Francesco “Pecco” Bagnaia come piloti, mentre il nuovo team manager sarà Vittoriano Guareschi.

    E’ ufficiale, Sky e la società VR46 saranno insieme nel 2014 con un team in Moto3; il nuovo progetto di Valentino Rossi inizierà il suo cammino nel corso della prossima stagione e mirerà sopratutto a far emergere nuovi talenti che vorranno conquistarsi un posto dignitoso nell’ambito del motomondiale. Il motociclismo italiano negli ultimi anni ha subito una grave carenza di talenti emergenti, ma le cause sono state più che altro l’assenza di sostegni economici che le federazioni sono disposte a sostenere.

    Un dettaglio che ha fatto riflettere il pilota marchigiano che proprio in Moto3 vuole iniziare a dare spazio a nuovi probabili talenti italiani delle due ruote.

    Rossi dichiara: “Ho scelto di presentare ed illustrare questo progetto qui a Tavullia perché è qui che è nata l’idea dell’Academy. Si tratta di una cosa che è venuta per caso, una sorta di scommessa che spero di vincere. Mi sto divertendo molto con questi ragazzi, anche quando giriamo qui al Ranch. L’obiettivo è quello di formare i giovani piloti e aiutare chi se lo merita. Per una precisa scelta lavoreremo solo con italiani, sia per quanto riguarda il team che l’Academy. Vogliamo essere una squadra di buon livello e credo che con Fenati il prossimo anno potremo già lottare per vincere delle gare. Ci è già riuscito in passato e con la moto giusta potrà certamente ripetersi. L’altro pilota del team Moto3, Bagnaia deve essere messo solo nella condizione di esprimere tutto il suo potenziale e penso che con gente esperta e di valore come Brazzi e Guareschi potrà dimostrare tutto il suo valore. Fenati e Bagnaia non saranno gli unici piloti che seguiremo: mio fratello Luca, Andrea Migno e Nicolò Bulega correranno nel CEV mentre seguiremo anche Niccolò Antonelli, che gareggerà nel mondiale Moto3 con Gresini e Franco Morbidelli che farà il mondiale Moto2 insieme al team Italtrans”