Valentino Rossi – Il Testimonial quasi perfetto

Valentino Rossi sembra essere un testimonial gradito al pubblico della pubblicità

da , il

    A sostenere che Valentino Rossi sia un Testimonial d.o.c. è uno studio di TNS Italia che, in un’ inchiesta sulla Notorietà e Immagine nel settore della Pubblicità.

    Sembra, infatti, che Valentino Rossi sia in Campione in pista e un Maestro di Comunicazione fuori dalla pista.

    A dir la verità ce n’ eravamo accorti da tempo.

    Valentino Rossi piace, trascina, contagia. E fa vendere.

    Sembra che il volto di Valentino sia una pietra d’ oro nella pubblicità: una macchina instancabile in grado di promuovere un prodotto meglio di chiunque altro, di fare simpatia e di non csuscitare invidie.

    E così, se tra i personaggi più noti della pubblicità compaiono Paolo Bonolis, Maurizio Costanzo, Fiorello, Adriano Celentano e Pippo Baudo, quelli visti con più piacere dal pubblico sono Fiorello, Roberto Benigni, Gerry Scotti, Carlo Verdone e… Valentino Rossi.

    Presto spiegata, quindi, l’ onnipresenza di Valentino nell’ annata pubblicitaria del 2008: Fastweb la fa da padrone, ma di fatto le gesta di Valentino Rossi trovano “applicazione” in ogni campo, basti pensare alle minimoto con la livrea blu targata #46, ai calendari che esaltano le impennate del “Vale Nazionale”, alla birra, ai wurstel, ai telefonini, alle tute da moto, agli occhiali, ai caschi, a….

    …la lista potrebbe essere ancora più lunga.

    Nulla possono, almeno fuori dalla pista, tutti gli altri: Casey Stoner, Daniel Pedrosa, Jorge Lorenzo, Nicky Hayden & Co.

    Tutti testimonial di uno o più prodotti nel proprio paese o fuori.

    Ma quanti con lo stesso o con maggior (stra-)potere comunicativo di Valentino Rossi?