Valentino Rossi: in Ducati con Stoner alla Honda

La Ducati avrebbe fatto un'offerta ufficiale a Valentino Rossi, garantendogli una moto competitiva e totale libertà di lavoro a fronte di un impegno biennale, per rispondere degnamente alla mossa che porterebbe Stoner alla Honda

da , il

    Al momento è solamente una voce di corridoio… Ma che voce! A quanto pare le trattative tra Casey Stoner e la Honda sarebbero in fase già avanzatissima: si parla addirittura di un contratto o di un pre-contratto (un’opzione) firmata dal rider australiano per correre la prossima stagione con la casa giapponese.

    La notizia, se confermata, porterebbe a uno sconvolgimento della MotoGP, innescando cambiamenti a catena nelle fila della Ducati e della Yamaha, interessando Valentino Rossi, Jorge Lorenzo e Daniel Pedrosa, anche loro in scadenza di contratto.

    Casey Stoner ha davvero firmato un contratto con la Honda? Niente di ufficiale, ma i rumors si susseguono a ritmo incalzante, sopratutto dopo la chiacchierata a Jerez tra Livio Suppo e Colin Stoner (padre e manager dell’ex campione del mondo).

    Sarà vero? E se sì, che fine farà Dani Pedrosa? E soprattuto, chi prenderà il posto dell’australiano alla Ducati?

    Le prospettive di un accordo del genere sono molto interessanti per la MotoGP e il mercato piloti: con Stoner in Honda il più gettonato a prendere il suo posto in sella alla Desmosedici sarebbe proprio Valentino Rossi, che sul suo futuro ha finora tenuto il più stretto riserbo anche se a questo punto c’è da chiedersi se i contatti avuti in passato con Borgo Panigale non siano stati il preludio del grande sconvolgimento che sembra poter colpire nel 2011 le principale scuderie del Motomondiale.

    A quanto pare la Ducati avrebbe fatto da qualche settimana un’offerta ufficiale a Valentino Rossi, garantendogli una moto competitiva e totale libertà di lavoro a fronte di un impegno biennale.

    Il talento di Tavullia avrebbe preso tempo, decidendo di rispondere entro e non oltre il Gran Premio d’Italia, dopo aver verificato eventuali controproposte della Yamaha.