Valentino Rossi in Ducati: punti chiave

Dopo la clamorosa bomba di mercato esplosa nei giorni scorsi e che vorrebbe già firmato il contratto che legherebbe Casey Stoner alla Honda ufficiale a partire dalla MotoGP 2011, si sono intensificate le voci che parlano del possibile sostituto dell'australiano in sella alla Ducati

da , il

    Dopo il terremoto mediatico che ha scatenato la voce che darebbe per fatto l’accordo tra l’attuale pilota della Ducati, Casey Stoner e la Honda ufficiale, a seguito dell’incontro avvenuto a Jerez de la Frontera, tra il padre manager dell’australiano e Livio Suppo, stanno cominciando a prendere corpo rumors di mercato piloti, intorno al nome del possibile sostituto del Canguro Mannaro in sella alla Desmosedici. L’ipotesi più suggestiva è sicuramente rappresentata dal probabile approdo di Valentino Rossi sulla Rossa, con il conseguente approdo di Dani Pedrosa al posto del pesarese sulla M1.

    Dopo la clamorosa bomba di mercato lanciata nei giorni scorsi dalla redazione sportiva di Sportmediaset e che vorrebbe già firmato il contratto che legherebbe Casey Stoner alla Honda ufficiale a partire dalla MotoGP 2011, si sono intensificate anche le voci che ruotano intorno al nome del possibile sostituto dell’australiano in sella alla Ducati.

    L’ipotesi più affascinante a riguardo è l’arrivo del campione del mondo della MotoGP, Valentino Rossi, nel box della Desmosedici ufficiale. La proposta degli uomini di Borgo Panigale per convincere l’italiano a fare il salto della quaglia, riguarderebbe un ingaggio biennale, ma sono tante le richieste tecniche che l’italiano pretende per andare a colmare il vuoto lasciato da Stoner.

    La prima di queste condizioni risisiede nella composizione della squadra di meccanici del nuovo team Ducati in “stile Rossi”: Valentino vorrà portare con sè i suoi uomini più fidati a partire dal suo guru e braccio destro, Jeremy Burgess.

    Pretesa che potrebbe far storcere il naso agli uomini della Ducati. Anche se va ricordato che più di una volta, lo stesso Filippo Preziosi ha aperto alla possibilità che il Dottore sbarcasse sulla Desmo, per non parlare della proposta faraonica avanzata da Borgo Panigale a Jorge Lorenzo, mentre Casey era in difficoltà a causa dei problemi psico-fisici patiti nel 2009. Sembra quasi che Stoner in realtà sia stato scaricato come la più classica delle fidanzate.

    Nel frattempo, Rossi ha preso tempo fino al Mugello per decidere il proprio avvenire sportivo, visto che anche il suo contratto con la Yamaha scadrà alla fine di questo Motomondiale. Per un campione che ha già vinto e guadagnato soldi per altre venti generazioni, la sfida Ducati è aperta.