“Valentino Rossi in Qatar per vincere”: Lorenzo teme l’avversario

Lorenzo non sottovaluta l'ex team mate, Rossi che arriverà in Qatar determinato a portare a casa la prima vittoria con i colori della Ducati

da , il

    Lorenzo su rossi qatar

    Ap/LaPresse

    Il campione spagnolo in carica della MotoGP, Jorge Lorenzo si appresta ad affrontare i primi test ufficiali della stagione 2011 che si svolgeranno sul circuito internazionale di Sepang. Il centuro della M1 sarà quindi l’uomo da battere nel Motomondiale e si guarda bene dal non sottovalutare gli avversari come il nuovo pilota della Ducati, Valentino Rossi e il fresco pupillo Honda, Casey Stoner. Porfuera sa bene che quest’anno sarà duro ripetersi e per la prima gara tra le curve di Losail, si aspetta un Valentino determinato a vincere.

    L’iberico della Yamaha, Lorenzo parte da favorito alla corsa verso il titolo mondiale della MotoGP 2011, ma è consapevole delle difficoltà che potrebbe riscontrare, dopo i cambi di sella dello scorso mercato piloti.

    Ed è proprio per questo che Jorge lavora molto sulla sua Yamaha e soprattutto resta in allerta sull’evoluzione della situazione Rossi-Ducati. Anche se Valentino dovrà recuperare dall’intervento alla spalla, l’iridato spagnolo non sottovaluta l’ex team mate, nonchè nove volte campione del mondo: “il pilota dentro al tuo box è sempre quello che temi di più. E’ andato Rossi che è stato un grande pilota, una leggenda e un pilota super completo ma è Spies che ha già vinto il mondiale SBK e ha fatto podi al suo primo anno di MotoGP. E’ stato un onore battere Valentino alla Yamaha, una cosa impensabile quando sono arrivato tre anni fa. Se qualcuno avesse fatto un film su quello che sarebbe successo non c’avrei creduto. Sono andato forte ma naturalmente la situazione potrebbe cambiare in qualsiasi momento”…dichiarazioni che faranno discutere i fans del pesarese che ricriminano sugli infortuni che hanno impedito al loro di difendere il titolo conquistato battendo lo spagnolo nel 2009.

    A Lorenzo non piace vedersi come favorito, ma non si trattiene dal dire che ha battuto Rossi a parità di moto e per quanto riguarda alla prima gara del Qatar, Il Dottore: “è un rivale molto forte e che ha una moto competitiva, differente dalla Yamaha e quindi si dovrà adattare ma arriverà in Qatar con i Km necessari per lottare per la vittoria”.