Valentino Rossi: “io in Ferrari, non so”

Valentino Rossi dopo aver dato spettacolo in diverse discipline a 4 ruote avvalla l'ipotesi di iun futuro lontano dalle moto, anche se la possibiltà Ferrari rimane un miraggio

da , il

    Valentino Rossi, dopo aver partecipato anche al Motorshow di Bologna, ipotizza, sul suo futuro, anche un’esperienza lontana dal mondo della MotoGP e dalla sua adorata Yamaha. Anche se ci sono tanti dubbi che attanagliano la mente del campione del mondo, Valentino confida di essere poco propenso ad impegnarsi in un’avventura al volante della Ferrari di Maranello e di preferire la disciplina del rally. Alla fine del prossimo motomondiale scadrà il contratto di Rossi con la Yamaha, la quale sembra sempre più decisa a puntare sul giovane Jorge Lorenzo.

    Il fresco campione del mondo della MotoGP, Valentino Rossi è preoccupato. Il pilota della Yamaha sembra sempre più indeciso sull’argomento che riguarda il suo futuro sportivo, infatti l’anno prossimo scadrà l’accordo con la sua M1: “ci sono ancora grandi punti interrogativi. Certo, mi piacerebbe correre in macchina. Io in Ferrari? Non so. Ora vado a sciare”.

    Per il numero 46 della classe regina, ci sarebbe anche la possibilità di continuare la sua carriera in sella ad una moto, ma anche su questa ipotesi ci sono diversi punti interrogativi.

    Questo perchè la sua attuale scuderia, la Yamaha, non ha mostrato grande convinzione nel voler trattenere Rossi, in virtù del fatto di voler puntare per l’avvenire sul giovane Jorge lorenzo.

    A questo proposito il centauro originario di Tavullia, per evitare la scomoda concorrenza del rivale spagnolo, si trasferirebbe alla Ducati, che ha più volte fatto la corte all’italiano per tentare di vincere la corona iridata con il binomio tutto made in Italy:moto e pilota.

    Come possiamo notare, le alternative a disposizione del Dottore sono numerose, ma è proprio Rossi che è indeciso sul da farsi, forse perchè dopo aver vinto così tanto in tutte le categorie del Motomondiale, i giusti stimoli per essere competitivo potrebbero clamorosamente vacillare.