Valentino Rossi: “L’errore è stato mio!”

La Yamaha ha rilasciato un'intervista dove Valentino Rossi parla dell'incidente che lo ha visto coinvolto durante le prove libere del Gran Premo d'Italia di MotoGP ed ammette che la caduta è avvenuta a causa di un suo errore di guida

da , il

    La Yamaha ha rilasciato un articolo-intervista dove Valentino Rossi parla dell’incidente che lo ha visto coinvolto durante le prove libere del Gran Premo d’Italia di MotoGP ed ammette che la caduta è avvenuta a causa di un suo errore di guida.

    Ricordiamo che campione di Tavullia è stato dimesso dall’ospedale di Firenze dopo un’intervento alla gamba destra per sistemare la frattura scomposta della tibia ed ora è ricoverato presso quello di Cattolica, dove si sottoporrà alla riabilitazione.

    Valentino Rossi parla a ruota libera dopo aver lasciato l’Ospedale di Firenze: il rider del Team Fiat Yamaha è felice per le due operazioni andate a buon fine ed è consapevole che lo aspetta “un periodo difficile” ma spera di iniziare presto la riabilitazione per poter appoggiare la gamba e iniziare a camminare con le stampelle.

    Il campione del mondo della MotoGP sostiene di ricordare perfettamente il momento dell’incidente perché non ha sbattuto la testa e ricostruisce fedelmente la dinamica: “Avevo una gomma nuova e avevo fatto due giri, poi ho rallentato perché avevo Barbera dietro di me,” ha spiegato Rossi, “Quando sono tornato sulla traiettoria di gara Pedrosa è arrivato e io non volevo rallentarlo, così mi sono spostato di nuovo, ma poi quando ho riaperto il gas, è successo tutto all’improvviso e inaspettatamente. Sette secondi sono stati sufficienti a far calare drasticamente la temperatura dello pneumatico . L’errore è stato mio.”

    Valentino ne approfitta per tornare sull’argomento più chiacchierato: il suo ritorno in pista.

    Mi aspettavo che il dottor Buzzi fosse molto cauto nelle sue prognosi. Voglio guarire dalla lesione, è l’unica cosa che mi interessa,” ha detto commentando la prognosi di circa 5-6 mesi, “Se perdo quattro gare o sei gare, non fa alcuna differenza. Il momento giusto per il ritorno potrebbe essere Brno, ma non sarà necessariamente così.