Valentino Rossi, l’uomo da battere

A poche ore dall'inizio della stagione Motogp 2009, Valentino Rossi con la sua Yamaha si prepara ad affrontare gli avversari che cercheranno di portargli via il titolo di campione del mondo

da , il

    Ora si ricomincia sul serio, a 24 ore dall’inizio della nuova stagione, Valentino Rossi e tutti gli altri piloti MotoGP scaldano già i motori in vista del debutto notturno nel GP del Quatar proprio nel giorno di Pasqua.

    A sentire la dichiarazioni di Valentino Rossi, il campione del mondo in carica, lo spettacolo dovrebbe decollare già a partire dalla prima gara. Nonostante si gareggi in notturna e su una delle piste più ostiche alla Yamaha, il Dottore ha ricaricato le batterie durante la lunga pausa e si prepara a fronteggiare Casey Stoner, il quale ha quasi totalmente recuperato dall’infortunio alla mano e descrive la sua nuova Ducati come la migliore moto che abbia mai guidato.

    Naturalmente per il campione di Tavullia l’obbiettivo stagionale è vincere nuovamente il mondiale e battere i pochi record che gli hanno resistito. Traguardi che sembrano alla portata del pilota nostrano, come quello delle 10 vittorie consecutive in terra italiana di Mick Doohan. Se anche quest’anno dovesse imporsi al Mugello e a Misano l’italiano eguaglierebbe l’illustre collega.

    Ad infastidire i piani del pesarese ci penserà, oltre allo già citato Stoner, il veterano Loris Capirossi che grazie alla sua Suzuki quest’anno parteciperà al via del suo 20° campionato tra i professionisti e proclama l’intenzione del suo team di puntare al podio in ogni gara.

    Ma non sono solo queste le incognite che ogni domenica incolleranno davanti ai teleschermi i molti fan di questo sport. La variante della monogomma Bridgestone renderà ancora più incerta la corsa al titolo alla quale parteciperanno come possibili outsider i vari Dani Pedrosa, Alex De Angelis e non ultimo in ordine di rilievo James Toseland.

    I test ufficiali di Jerez De La Frontera hanno già evidenziato che il pilota australiano della Ducati è risultato essere il più veloce e ha apertamente lanciato la sfida all’attuale campione del Mondo. Del resto la motogp ha sempre dispensato spettacolo e in molti si sono avvicinati a questo sport da quando la motogp viene trasmessa dalle reti mediaset. Inoltre, abbiamo sicuramente notato che quando in passato sono state introdotte nuove regole al fine di livellare le differenze tra le varie moto, la differenza e lo spettacolo ce lo hanno offerto i piloti. Basti ricordare gli storici duelli tra Sete Gibernau e Valentino Rossi, oppure l’aspra e insana rivalità sportiva che si è sviluppata tra lo stesso Rossi e Max Biagi e naturalmente la sfida del nuovo millennio tra l’australiano Casey Stoner e il sempre presente Valentino.

    Domani finalmente la motogp 2009 esordirà con le prove libere dalle 21:30 con sintesi su Italia1 a partire da 00:55.