Valentino Rossi: “La Ducati è troppo diversa dalla Yamaha”

Rossi parla delle differenze tra la sua attuale moto, la Ducati e la Yamaha M1

da , il

    Rossi ducati gp11 estoril

    Valentino Rossi si avvicina al GP di Estoril, dove immediatamente dopo proverà dei nuovi pezzi sulla Ducati GP11, fortemente rinnovata per cercare di risolvere il problema di sottosterzo che affligge la Desmosedici. La moto avrà un telaio ed un propulsore nuovo con un albero motore più pesante per cercare di dare un’erogazione della potenza molto più fluida : “no, la Yamaha è troppo diversa dalla Ducati. Le due moto sono opposte come le due parti del mondo. Possiamo migliorare la Ducati e adattarla a me, ma rimarrà sempre una moto diversa rispetto alla M1. Lavoriamo molto sulla risposta dell’acceleratore nel primo 20%”; ha detto il Dottore.

    Dopo aver passato indenne le polemiche sui test privati della Ducati a Jerez, Rossi passa ad analizzare le differenze tra la Yamaha e la Desmo16: “per me il problema più grande è che in Ducati hanno sempre lavorato molto per le massime prestazioni in tutto, ma non sui dettagli, che per me invece sono molto importanti. Con la GP11 è necessario utilizzare alcune linee diverse rispetto alla Yamaha perché questa moto ha un po’ di sottosterzo e devi raddrizzala il più presto possibile in accelerazione”.

    Dal risultato della gara di Jerez vinta da Jorge Lorenzo, mentre Vale buttava giù Casey Stoner, è chiaro come il pesarese debba ancora fare tanti chilometri in sella alla Desmo prima di sbrogliare il bandolo della matassa Rossa. “la M1 è stata un pacchetto molto competitivo e agile. La Yamaha resta la moto migliore nelle curve, ma forse ha meno potenza rispetto alla Honda”; ha concluso Valentino.