Valentino Rossi lancia la VR46 Academy per scovare nuovi talenti italiani

E' nata ufficialmente oggi la VR46 Academy, la "scuola" fortemente voluta da Valentino Rossi per aiutare a crescere i nuovi talenti nostrani delle due ruote

da , il

    rossi academy

    Il 13 marzo 2014 nasce ufficialmente la VR46 Riders Academy: un progetto in cantiere da diverso tempo e che finalmente vede la luce grazie alla ferrea volontà di Valentino Rossi nel far partire questa “scuola” per giovani piloti italiani, con l’obiettivo di formare i campioni di domani. L’Academy avrà, inutile dirlo, base a Tavullia, paese in cui è cresciuto Valentino, e per ora i piloti inseriti sono sei: Franco Morbidelli, Luca Marini (fratello di Rossi), Andrea Migno, Niccolò Bulega, Romano Fenati e Francesco Bagnaia, questi ultimi due che correranno in Moto3 nel nuovo Team proprio di Valentino Rossi. Di primordine il team di tecnici che seguirà i giovani talenti nel loro percorso di crescita.

    Il movimento piloti in Italia è in crisi da qualche anno, inutile negarlo. I tempi in cui Biaggi, Rossi e Capirossi lottavano ogni domenica per il gradino più alto del podio sono lontanissimi e luci all’orizzonte proprio non se ne vedono. Come invertire la rotta? A provarci è Valentino Rossi che oggi vede finalmente nascere ufficialmente il suo progetto della Riders Academy. “Insieme al mio staff apro le porte ai giovani talenti italiani” scrive il Dottore sulla sua pagina di Facebook. Ed è proprio questo l’obiettivo della VR46 Academy, formare i potenziali talenti di oggi affinché possano diventare i numeri uno di domani. Per ora gli sforzi verranno concentrati su sei promettenti ragazzi: Franco Morbidelli, campione europeo Superstock 600 in carica, che quest’anno correrà in Moto2 col team Italtrans; Luca Marini, fratello di Valentino), Andrea Migno e Niccolò Bulega, tutti e tre provenienti dal Campionato Italiano di Velocità e che nel 2014 parteciperanno al CEV, ossia al Campionato Spagnolo di Velocità; infine Romano Fenati e Francesco “Pecco” Bagnaia, i due piloti che correranno quest’anno nello Sky Racing Team by VR46 nella Moto3.

    Oltre al nome e all’esperienza di Valentino Rossi, che seguirà direttamente parte degli allenamenti sulla pista del Ranch di Tavullia, oltre a gestire la parte psicologica su come lavorare per migliorare concentrazione e controllo dello stress, la VR46 Riders Academy potrà contare su un team di grandissimi esperti in ogni ambito: l’amico storico di Valentino, Alessio “Uccio” Salucci gestirà i rapporti con i Team, Alberto Tebaldi la logistica e le relazioni esterne, Luca Brivio la gestione operativa dei piloti al Campionato Spagnolo di Velocità, Carlo Casabianca la preparazione fisica, Claudio Sanchioni la parte contrattuale e Barbara Mazzoni ogni aspetto amministrativo. Per ogni pilota è inoltre prevista una preparazione fisica e psicologica mirata e specifica, mentre la parte più strettamente tecnica sarà affidata a una squadra di tecnici e meccanici di livello internazionale.

    Che dire, le premesse sono ottime: non ci resta che sperare che i frutti si possano raccogliere da subito, così da far tornare il motociclismo italiano ai lustri di un tempo.