Valentino Rossi: “Lorenzo, avversario tosto”

Dopo aver vinto il suo nono titolo iridato e aver ricevuto i complimenti del rivale al titolo Jorge Lorenzo, Valentino Rossi ci ha tenuto particolarmente a ricambiare le parole di stima del compagno di squadrea in Yamaha

da , il

    Valentino Rossi, dopo il terzo posto conquistato tra le curve del circuito di Sepang, ha conquistato il nono titolo mondiale e smaltite le celebrazioni del caso, il campione iridato della Yamaha M1 ha voluto rendere merito a Jorge Lorenzo, per essersi dimostrato un avversario di degno valore.

    Anche se i giochi per il titolo mondiale Motogp 2009 si sono conclusi con una gara di anticipo, è evidente come Valentino Rossi e Jorge Lorenzo siano stati i prtagonisti assoluti della stagione e abbiano fatto insieme la fortuna del team Fiat Yamaha, che è l’unica squadra ad avere, tra le proprie fila, due piloti così competitivi.

    Dopo il disastro di Lorenzo negli ultimi due appuntamenti della classe regina a Philip Island e Sepang, la corona di re del Motomondiale è andata di giustezza al Dottor Rossi, il quale secondo le stesse parole del pilota maiorchino della M1 è risultato essere il pilota più forte e concentrato quest’anno.

    Di conseguenza anche il nove volte campione del mondo, Valentino ha voluto riconoscere i meriti dell’avversario spagnolo, con il quale si è misurato per tutto l’arco dell’anno senza mai risparmiarsi: “è un avversario tosto, caratterialmente il più difficile che abbia mai incontrato. In pista è il mio più acerrimo nemico, ma fuori ci rispettiamo. Bisogna fargli i complimenti, perchè ha un approccio alle gare molto aggressivo, ma nel paddock e un tipo molto tranqullo”.

    Rossi ha sempre riconosciuto la forza di Lorenzo fin dalle prime due gare dell’anno, perchè Jorge riusciva a mettergli sempre le ruote davanti. Valentino aveva capito sin dal principio che il maiorchino sarebbe stato un rivale difficile da piegare.

    Quando manca solo la corsa di Valencia alla fine del circus della Motogp, l’anno prossimo ci aspettiamo un mondiale sempre più combattuto: con un Casey Stoner in piena forma; un Lorenzo che avrà voglia di stupire ancora e con Rossi deciso a confermarsi come uno dei piloti più forti di tutti i tempi.