Valentino Rossi: “Lotto con due grandi”

Valentino Rossi si prepara ad affrontare la corsa del cavatappi con la consapevolezza di aver a che fare con due rivali forti e determinati a non mollare per strada, neanche un punto

da , il

    Domenica sera si corre il Gran Premio di Usa 2009 e il leader della classifica mondiale Valentino Rossi, giunge all’appuntamento a stelle e strisce in piena forma psicofisica. L’anno scorso la gara del Cavatappi, fu una delle più entusiasmanti battaglie tra l’italiano e il ducatista Casey Stoner.

    L’anno scorso, il titolo mondiale era in bilico tra il pesarese Rossi e l’australiano Casey Stoner e la battaglia finì ufficialmente proprio dopo il tracciato americano. Infatti, nonostante, la Ducati era la moto da battere, Vale impose al centauro della Ducati una dura lezione di guida, spegnendo di fatto tutti i futuri tentativi di rimonta.

    Oggi, la lotta coinvolge “i tre moshettieri dell Regina Motogp” e siamo di fronte ad una delle stagioni più incerte del recente passato. Rossi, soprattutto grazie alla sua pluriennale esperienza, è consapevole del valore dei suoi avversari: “rispetto a un anno fa, questo è tutto un altro campionato, completamente aperto, e io mi ritrovo due grandi rivali. Io ho vinto tre gare, Lorenzo e Stoner due, sarà fondamentale mantenere la concentrazione. Da due gare la moto funziona come piace a me, ad Assen era meglio che a Barcellona e io mi sento più forte”.

    Il Dottore, inoltre, potrà contare sull’apporto speciale di una Yamaha sin qui perfetta, la quale si candida senza presunzione alcuna ad essere il bolide più forte. Fino all’anno scorso la moto più affidabile è stata la Desmosedici di Casey e il pilota italiano della M1 non può non aver notato la differenza:“questo è un Mondiale che si combatte in pista e fuori. La Yamaha va bene e la battaglia del box con Lorenzo fa sì che andiamo più forte. Nessuno dei due vuole stare dietro, è lotta per limare mezzo centesimo. La Ducati, invece, mi sembra più in difficoltà, anche se ora arrivano delle buone piste per Casey. Che però sembra soffrire la tensione”.

    Valentino arriva in Usa con tanta fiducia per la sua gara e non si risparmia neanche una battuta per il rivale della Ducati:“mi spiace che stia male. Potrebbe essere la pressione, ognuno reagisce a modo suo, a qualcuno viene il mal di pancia, ad altri la forfora sulle sopracciglia… Ma io non sono un dottore. Anzi no, sono solo il Dottore”.

    Comunque, appuntamento per Domenica 5 Luglio per poter ammirare un’altra puntata delle avventure dei tre Moschettieri.