Valentino Rossi minacciato di morte

A poche ore dalle prime prove libere del GP del Mugello, sulla rete, rimbalza la triste notizia di presunte minacce di morte ricevute dal pilota campione del mondo della MotoGP 2009, Valentino Rossi

da , il

    Nelle ultime ore del pomeriggio, rimbalza nel web una brutta notizia che riguarda il mondo della MotoGP: Valentino Rossi è stato mianacciato di morte. Identificato e denunciato dalla Digos della Questura di Pesaro e dalla Polizia postale, l’uomo che da giorni lanciava minacce di morte, via telefono, indirizzate a al campione del mondo delle due ruote. Il soggetto rimasto anonimo, è arrivato a dire che l’avrebbe ucciso durante il Gran Premio del Mugello. Si tratta di un operaio di 42 anni che vive a Casale Monferrato, denunciato per gravi minacce.

    A poche ore dalle prime prove libere del Gran Premio del Mugello, sulla rete, rimbalza la triste notizia di brutte minacce di morte ricevute dal pilota campione del mondo della MotoGP 2009, Valentino Rossi. L’uomo è stato fermato e sarà denunciato per minacce gravi nei prossimi giorni.

    Ma veniamo alla cronaca dei fatti. Nei giorni scorsi, coperto da falso nome, l’operaio quarantaduenne aveva fatto copiose telefonate minatorie e messaggi verso familiari e amici di Rossi, chiamando anche testate giornalistiche della carta stampata e della televisione.

    E’ chiaro come l’uomo nutrisse una vera e propria ossessione nei confronti del campione di Tavullia, tanto da non pensare alle conseguenze delle proprie azioni e arrivare a dare un appuntamento con la morte al famoso Sig. Rossi.

    Il triste episodio è stato tenuto nascosto fino ad oggi per non danneggiare le indagini, ma questa mattina la perquisizione in casa dell’indagato, disposta dal procuratore della Repubblica di Pesaro Manfredi Palumbo e condotta in collaborazione con la Digos di Alessandria, ha raccolto prove schiaccianti, tanto da indurre l’uomo a confessare. Sarà denunciato per minacce gravi.