Valentino Rossi: niente più dati a Lorenzo

Dopo la barriera divisoria innalzata nel box per separare i due piloti, adesso tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo c'è anche un “muro telematico”: i computer dei due rider Yamaha non comunicheranno più e le due M1 verranno sviluppate separatamente

da , il

    Nel Team Fiat Yamaha non si condivideranno più i dati: Valentino Rossi e Jorge Lorenzo quest’anno svilupperanno la loro YZR-M1 indipendentemente, così che non potranno più esserci reciproche accuse di “clonazione” delle telemetrie, come accaduto l’anno scorso…

    Il Dottore si è detto d’accordo con la decisione (e probabilmente è stato lui stesso a suggerirla) dichiarando che trova giusto che ognuno lavori indipendentemente alla propria moto, mentre lo spagnolo si è trincerato dietro un significativo “no comment”.

    Dopo la barriera divisoria innalzata nel box per separare i due piloti, adesso tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo c’è anche un “muro telematico”: i computer dei due rider Yamaha non comunicheranno più e le due YZR-M1 verranno sviluppate separatamente.

    La notizia è stata data ai margini della presentazione di Sepang da Nakajima, MotoGP Group Leader e Fiat Yamaha Team Director, ed è stata così commentata dal campione del mondo Valentino Rossi: “Parlando con Yamaha credo che Jorge, specialmente lo scorso anno abbia dimostrato una grande velocità e una buona attitudine a mettere a punto la moto. Lorenzo è al terzo anno in motoGP, è un pilota sensibile, guida in modo molto simile al mio, fa scelte simili alle mie, quindi siamo tutti d’accordo nel box a non condividere più determinati dati.

    Rossi dunque è d’accordo con la decisione, mentre Jorge Lorenzo preferisce non parlarne.

    In più Jorge vuole dedicarsi maggiormente allo sviluppo della moto, quindi credo sia giusto che ognuno lavori per conto suo,” ha continuato il numero 46 della Fiat Yamaha, “Questo ad ogni modo non cambia molto, visto che le mie richieste e le sue sono molto simili. Non ci saranno grossi cambiamenti.

    Rossi è un perfezionista e sicuramente non vuole che il suo compagno-avversario si avvantaggi utilizzando i suoi dati, ma di certo una simile decisione non contribuirà a creare un buon clima all’interno della scuderia… Che questa decisione sia da imputare alla decisione della Yamaha di accontentare le richieste di Valentino in vista del rinnovo del contratto?