Valentino Rossi: “Non basta cambiare il telaio per far andare più forte la Ducati”

Rossi parla dei problemi di scarsa competitività del pacchetto Ducati, del quale fa parte anche lui e della possibilità di un cambio di telaio

da , il

    rossi telaio ducati

    Il nove volte campione del Mondo, Valentino Rossi analizza la sua prima parte di Motomondiale 2011 e la descrive come una grande sofferenza per non essere riuscito mai ad adattarsi alla Ducati, moto che richiede una guida diversa dalle giapponesi. Quando nel post-gara di Laguna Seca gli è stato chiesto se per risolvere i problemi della Desmosedici ci vuole un telaio nuovo, il Dottore ha risposto che lui fa il pilota e non il tecnico e che in Ducati qualcuno dovrà avere la risposta: “non so se basti cambiare telaio per andar più forte perché sono un pilota e non ho la risposta. Spero che in Ducati qualcuno ce l’abbia. Ne basta una e speriamo sia quella giusta”.

    Da quando il pesarese è sbarcato in sella alla Ducati si è rabbuiato e una volta arrivato a Laguna Seca, Rossi si è lasciato scappare che i problemi della Desmo16 sono irrisolvibili. L’ambiente non è proprio ideale Loris Capirossi ci spiega le prossime evoluzioni del progetto.

    Anche Capirex, comunque, è dello stesso avviso di Vale: “abbiamo chiesto a Filippo Preziosi di fare un telaio vero e proprio. Il problema con la Ducati è la rigidità. Non si può modificare la rigidità agendo solamente sul forcellone e sulla forcella. Il problema al momento è all’anteriore, non c’è feeling. Non si riesce a percepire il limite, questo è il problema più grande. Quando hai un problema con il posteriore è possibile controllarlo, ma con l’anteriore non si può fare nulla”.