Valentino Rossi ok Misano, appuntamento al Sachsenring

Neanche un mese dopo il terribile schianto del Mugello, Valentino Rossi torna in sella a Misano per testare le condizioni della tibia fratturata e tentare un ritorno in gara al Sachsenring

da , il

    Valentino Rossi è tornato a correre a Misano dopo la frattura di tibia e perone al Mugello il 5 giugno scorso, durante il secondo turno di qualifiche del terzo step della MotoGP 2010. L’italiano è salito in sella ad una Yamaha YZF-R1 in un test privato che ne ha sancito il recupero e ha fermato il cronometro sul tempo di 1’38.200 per un totale di 26 tornate. Il campione del mondo delle due ruote è apparso felice di calcare nuovamente le piste e il ritorno in Germania non è più un’utopia irrealizzabile visto che anche Davide Brivio, team manager, è apparso ottimista per un ritorno imminente.

    Non sono passati neanche 32 giorni dopo il terribile incidente del Mugello, che Valentino Rossi è tornato in sella sul tracciato nostrano di Misano per testare le condizioni della tibia fratturata e tentare un ritorno decisamente miracoloso, nel Gran Premio che si correrà sulla pista tedesca del Sachsenring, domenica 18 Luglio.

    Nel test privato è stata usata una YZF-R1 WSB che il Team Yamaha World Superbike ha passato al Fiat Yamaha Team della MotoGP. Rossi ha effettuato due uscite: la prima di 11 giri con il miglior tempo di 1.41.000 e la seconda di 15.

    Successivamente, in un comunicato stampa diffuso nella serata di ieri, Rossi ha confidato di aver sentito qualche piccolo dolore alla caviglia, al ginocchio e alla spalla infortunata in aprile durante un allenamento di cross. A fargli eco, il team manager della Yamaha, Davide Brivio ha lanciato una piccola speranza di un ritorno lampo sul circuito tedesco: “non c’è più possibilità di trovare una Yamaha per un altro test. Il dolore alla spalla lo avevamo previsto, ma la reazione della gamba è positiva. Non potendo trovare una moto, Vale potrebbe presentarsi con la sua M1 direttamente al Sachsenring”.