Valentino Rossi operato: tolto un chiodo alla gamba destra

Valentino Rossi si è sottoposto ad un’operazione per estrarre un chiodo inserito in seguito all’incidente nelle prove del GP del Mugello 2010

da , il

    MotoGp Malesia   iniziata ufficialmente la stagione con i primi test

    Il pilota della Ducati, Valentino Rossi si è sottoposto ad un intervento all’ospedale Cervesi di Cattolica per estrarre il chiodo che era stato inserito nella gamba destra in seguito all’incidente nelle prove del Gran Premio del Mugello 2010, quando l’allora pilota della Yamaha M1 perse il controllo della sua moto e rimediò una frattura composta ed esposta a tibia e perone. L’operazione è comunque perfettamente riuscita e non pregiudicherà in alcun modo il programma di test del Dottore, atteso in sella alla Ducati Desmosedici GP12 dal 28 febbraio a Sepang per una seconda sessione di test.

    Dopo Nicky Hayden, anche Rossi finisce sotto i ferri anche se per una piccola operazione di routine, resa necessaria per rimuovere il chiodo nella sua gamba destra dopo il terribile incidente del Mugello avvenuto il 5 giugno del 2010. Il centauro della Ducati, impegnato nella possibile rinascita della Ducati, dopo un 2011 disastroso, è stato operato all’ospedale di Cattolica da un’equipe medica guidata dal Dottor Giannicola Lucidi.

    Al termine dell’intervento chirurgico, lo stesso dottor Lucidi ha confermato la relativa facilità dell’operazione alla quale si è sottoposto il nove volte campione del mondo delle due ruote: “Abbiamo cominciato ad operare questa mattina alle ore 10 e per le 11 era già tutto finito. Valentino si è risvegliato bene dall’anestesia e ha scelto l’ospedale di Cattolica perché sapeva di trovarsi bene ed era comunque vicino casa. Adesso ha solo bisogno di qualche giorno di riposo e poi potrà cominciare la riabilitazione”.

    Adesso, rimosso il famoso chiodo dalla sua gamba destra, l’incidente del Mugello 2010 sarà soltanto un brutto e lontano ricordo per il Dottore della Ducati, che ora potrà dedicarsi senza alcuna distrazione allo sviluppo del progetto GP12.