Valentino Rossi: “Peccato per la caduta. Futuro? Restare in Ducati è una scommessa”

Rossi commenta la disastrosa gara di Laguna Seca che lo ha visto cadere quando mancavano pochi giri alla fine della corsa della MotoGP 2012

da , il

    Moto GP Mugello 2012   Il sabato prima della Gara

    Valentino Rossi commenta la gara appena conclusa sul circuito internazionale di Laguna Seca, dove è andata in scena la decima tappa del Motomondiale 2012. Purtroppo per il Dottore, il fine settimana statunitense gli ha riservato solo cadute e delusioni. Prima lo scivolone nelle prove e quando mancavano pochi giri alla fine del GP, ecco un’altra caduta che probabilmente affosa le ultime possibilità di restare anche nei prossimi anni con la Ducati di Borgo Panigale. Ma nelle dichiarazioni post gara del pesarese anche qualche indiscrezione sul futuro.

    Una gara veramente da buttare quella di Laguna Seca per il nove volte campione del mondo Rossi, caduto sul circuito americano quando mancavano poche tornate alla fine. Con questa caduta Valentino chiude il cerchio con un fine settimana di prove che lo ha visto sempre in difficoltà su un mezzo che non riesce a controllare.

    Il Dottore si presenta davanti alle telecamere, abbattuto per il risultato e sollevato di andare in vacanza e pensare al suo prossimo futuro sportivo: “Quando mancavano due giri dalla fine, sono arrivato al Cavatappi e appena ho toccato i freni la moto è partita. Non so cosa sia successo, abbiamo anche visto i dati e stavo facendo le stesse cose del giro precedente. Non stavo neanche spingendo. La ruota davanti rimane quasi nuova a fine gara. Forunatamente non mi sono fatto male, la la caduta è stata molto simile a quella di Silverstone. Un peccato”.

    E sollecitato dai giornalisti televisivi sul suo futuro in Ducati, il pesare ex Yamaha risponde così: “La ducati ha ritoccato l’offerta verso il basso, ma i soldi per fortuna non condizionano la mia scelta. Ci sono tante cose che cambiano con l’arrivo di Audi e rimanere in Ducati è una scommessa. Bisogna vedere. Restando con la Ducati si farebbe un contratto lungo e ci vorrà sicuremante del tempo e tecnicamente fino adesso non abbiamo migliorato niente e i problemi sono gli stessi. Sarà una scelta difficile vedremo dopo le vancanze, ci penso bene”.