Valentino Rossi: per Gibernau è ancora lui il più forte

Valentino Rossi è ancora il pilota di riferimento della classe MotoGP e del motociclismo sportivo: ad affermarlo è Sete Gibernau, che in un intervista parla della classe regina e del pilota italiano, suo rivale per tanti anni ed ancora “uomo da battere” per le nuove generazioni di rider

da , il

    Valentino Rossi è ancora il pilota di riferimento della classe MotoGP e del motociclismo sportivo: ad affermarlo è Sete Gibernau, che in un intervista parla della classe regina e del pilota italiano, suo rivale per tanti anni ed ancora “uomo da battere” per le nuove generazioni di rider.

    Secondo Gibernau, il Dottore potrebbe benissimo passare in Ducati ed aprire lì a Borgo Panigale un nuovo ciclo, dato che negli anni ha dimostrato di sapersi assumere dei rischi e riuscire a gestirli benissimo.

    Valentino ha sempre qualcosa in più rispetto agli altri i piloti. I suoi avversari sono veloci, ma la sua esperienza e talento fanno la differenza, insieme al lavoro con la squadra che sa sempre cosa vuole.

    Sete Gibernau è convinto che il suo avversario di tante battaglie, il nove volte iridato Valentino Rossi, sia ancora il pilota di riferimento della MotoGP e che possa far bene anche lasciando la Yamaha per la Ducati: “Vederlo in un futuro in Ducati? Valentino deve credere nel progetto, di certo lui non ha paura di un cambiamento simile,” ha dichiarato Sete, “Negli anni ci ha abituato anche a prendere la decisione giusta nei momenti più delicati.

    Gibernau ha parlato anche del suo ritorno in MotoGP dopo due anni di assenza, esperienza interrotta dalla chiusura a metà stagione della scuderia Grupo Francisco Hernando: “Non avrei mai pensato di tornare dopo il ritiro del 2006, ma avevo accettato il progetto del Grupo Francisco Hernando Team con entusiasmo,” ha commentato, “Non rimpiango nulla: sono un impulsivo, decido e vivo sul momento, per cui mi sentivo di tornare perché il mondo delle moto mi mancava. Purtroppo la chiusura della squadra è arrivata nel momento migliore per noi, stavamo ottenendo i primi risultati ed il lavoro per il futuro procedeva a passo spedito.