Valentino Rossi provoca Jorge Lorenzo

Valentino Rossi, dopo aver vinto il gran premio di germania 2009 lancia un'acuta provocazione al collega di box yamaha

da , il

    Valentino Rossi, con la vittoria nuemero centouno conquistata sul difficile e “sinistro” tracciato del Sachsenring, lancia una sottile provocazione nei confronti del suo compagno di box e rivale per il mondiale, Jorge Lorenzo.

    Il campione di Tavullia, sollecitato dai giornalisti negli attimi subito dopo l’emozionante corsa tedesca, ha rilasciato interessanti dichiarazioni sulla voglia del suo compagno di squadra, Jorge Lorenzo, di passare alla Honda per avere più attenzioni:”Non può pensare di arrivare, vincere e in due anni essere importante come Valentino. Forse è un po’ presuntuoso”.

    Queste affermazioni risultano essere davvero pesanti nei confronti del vicino spagnolo di box e suonano come un rimprovero del maestro al proprio allievo. Forse, il Dottore avrà pensato che dall’alto dei suoi 159 podi conquistati in carriera, possa interferire così prepotentemente sulle difficili scelte che aspettano Jorge.

    Oppure, Rossi ha solo tenuto alti i toni dell’aspra contesa in pista anche davanti ai microfoni, giocando con la sottile arte della provocazione. Ciò che risulta essere chiaro è che il pilota romagnolo è davvero in forma e non sono solo le sue prestazioni sportive a confermarlo, ma anche il suo atteggiamento aggressivo a motori spenti: allegro ma battagliero.

    Per la nostra modesta opinione, in virtù dei miseri quattordici punti di vantaggio che l’italiano vanta sullo spagnolo, il pluricampione del mondo farebbe bene a guardarsi dal lanciare certi guanti di sfida, perchè potrebbe essere smentito nel giro di un solo GP.

    Comunque, domenica prossima si correrà sul veloce tracciato di Donington per l’ultima volta nella storia della Motogp, infatti dal prossimo anno, in Inghilterra, si gareggerà a Silverstone.

    La pista di Donington potrebbe essere decisiva per stabilire le future gerarchie iridate e il pilota italiano della Yamaha, non vuole fallire l’appuntamento prima della sosta estiva:”Voglio vincere per salutare degnamente Donington, quest’anno voglio davvero vincere. Ho sempre detto che è uno dei miei tracciati preferiti al mondo: veloce e scorrevole, ma anche tecnico. Inoltre il Regno Unito è un posto speciale per me perché per lungo tempo è stata la mia casa. Questo è l’ultimo anno in cui andremo a gareggiare lì, cosa di cui sono molto triste, ma questo mi rende ancora più determinato a cercare di vincere, per me e per i fans che mi hanno sempre trattato come uno di loro. Non ci vinco dal 2005, troppo tempo, e desidero salutare il tracciato nel modo migliore”.

    Dal canto suo, Jorge Lorenzo accetta di buon grado la sfida lanciata dal centauro nostrano:”Sono certamente deluso per come è andata ma considerando le mie condizioni fisiche essere secondo a così poca distanza da Valentino c’è da essere soddisfatti. Mi spiace solo non avere qualche giorno di riposo in più prima della prossima gara ma guardo a Donington con ottimismo, è una pista che mi piace molto”.

    Appuntamento a Domenica 26 per un altro epico scontro Spagna-Italia.