Valentino Rossi sempre più Ducati, Yamaha gli nega il test

La Yamaha ha deciso di impedire a Valentino Rossi di effettuare il test, in ottica M1 2011, visto che l'anno prossimo il campione del mondo correrà quasi sicuramente con la Ducati

da , il

    Il tanto atteso matrimonio tra Valentino Rossi e la Ducati trova ulteriori conferme nel divieto assolluto da parte della Yamaha di far provare il prototipo della M1 2011 all’attuale campione del mondo della MotoGP. Lo stesso impedimento è stato esteso anche a Jeremy Burgess che seguirà il Dottore , con tutta la sua equipe di meccanici e tecnici, nel lavoro sulla nuova Desmosedici 2001. Tutta la questione è abbastanza naturale se si pensa che il prossimo anno Rossi e il suo Team saranno al 99% su una Ducati a Borgo Panigale.

    La Yamaha ha deciso, in questi giorni, di impedire al suo attuale pilota, Valentino Rossi di effettuare il test sulla nuova M1 2011, visto che l’anno prossimo il campione del mondo correrà sicuramente con la nuova Desmosedici. Non è ancora chiaro, però, se il pesarese potrà provare la Ducati subito dopo Valencia.

    A difesa della Yamaha, sono giunte le parole di Lin Jarvis: “è abbastanza ovvio far testare il prototipo del 2011 ad un pilota che sarà con noi il prossimo anno. Inizialmente avevamo detto che avremmo voluto avere una risposta per il futuro entro la pausa estiva, ma ancora non è tutto risolto”.

    Mancano ormai pochi dettagli al trasferimento di Valentino alla corte di Borgo Panigale e come confermato dalle parti interessate, l’annuncio avverrà subito dopo la gara di Ferragosto di Brno.

    Alessandro Cicognani, Ducati Corse MotoGP Project Manager, ha detto che: “vogliamo trovare una soluzione con la Yamaha, se si verifica una situazione come questa. Il rapporto tra Valentino e la Honda si chiuse molto male. Ora è con la Yamaha da molto tempo ed è stato un matrimonio vittorioso. Penso che sia accettabile che la Yamaha liberi Valentino visto ciò che ha dato loro negli ultimi sette anni”.