Valentino Rossi : “Sì al limite di 150 km/h”

Valentino Rossi ha la velocità nel sangue e vorrebbe poter correre anche in autostrada: “Io penso che le macchine di oggi abbiano freni adeguati, dispositivi di sicurezza e tenuta di strada tali da poter giustificare i 150 orari

da , il

    Valentino Rossi di velocità se ne intende. Crescere tra i motori e convivere con i bolidi fin da giovanissimo ha probabilmente reso il nove volte campione del mondo particolarmente recettivo verso certi argomenti, quindi non poteva esimersi dal commentare in diretta dal Motor Show di Bologna quella che è la “notizia” motoristica del giorno: la proposta di legge (in discussione alla Commissione trasporti della Camera) che vorrebbe innalzare il limite di velocità in autostrada a 150 km/h. Neanche a dirlo, il Dottore è favorevole.

    I tutor in autostrada stanno facendo un gran lavoro nel controllo. Adesso tutti vanno piano e quindi credo che il limite a 150 sia una buona idea.

    Valentino Rossi ha la velocità nel sangue e vorrebbe poter correre anche in autostrada: ha dichiarato che con le macchine di oggi – che hanno gomme e freni adeguati, dispositivi di sicurezza e buona tenuta di strada – si possa tranquillamente andare a 150 chilometri orari.

    Una dichiarazione sensata. Peccato però che non tutti abbiano a disposizione un’automobile nuova e sicura con cui sfrecciare sull’asfalto. E infatti la legge vorrebbe impedire di raggiungere i 150 alle “piccolo auto”. Ma cosa significa? Piccole di cilindrata o di dimensioni?

    Così Valentino plaude la proposta mentre l’Unione Europea sembra andare nella direzione opposta e prevede di bloccare elettronicamente la velocità delle auto a 170 km/h, in modo da raggiungere l’obiettivo di dimezzare le vittime di incidenti stradali entro il 2010… Capiamo la voglia di Valentino di correre, correre sempre, ma per il momento dovrà accontentarsi della pista!