Valentino Rossi: “siamo molto veloci”

Proseguono gli ultimi test prima dell'esordio della MotoGP l'11 Aprile in Qatar

da , il

    Quando mancano ormai poche settimane all’inizio ufficiale della MotoGP 2010, con il Gran Premio del Qatar, procedono gli ultimi test pre-stagione sul tracciato internazionale di Losail. Il campione del mondo in carica e pilota della Yamaha M1, Valentino Rossi continua a dominare la sessione, ma anche la Ducati sembra in piena forma, con l’australiano Casey Stoner che prende la scia dell’itaiano e guadagna il secondo miglior crono della giornata. Ottima prestazione di Ben Spies, che alla fine giunge terzo e conferma lo stato di grazia di tutta la M1.

    Proseguono gli ultimi test prima dell’esordio della MotoGP, la quale comincerà l’11 Aprile con la prima gara del Qatar. Nonostante i miglioramenti della Ducati, resta sempre primo, Valentino Rossi che strappa in extremis il miglior tempo a Casey Stoner.

    La Desmosedici ha provato diverse soluzioni di set up, ma la cosa su cui si sono concentrati maggiormente i tecnici di Borgo Panigale sono state le gomme. Stoner ha usato lo stesso treno per più di trenta giri ed ha fatto i migliori tempi proprio verso la fine del turno.

    Insomma, tutto sembra procedere per il verso giusto in casa Ducati, ma anche dalle parti della Yamaha non se la passano male. Rossi ha conquistato il primo tempo, mentre Jorge Lorenzo non sembra particolarmente sofferente per l’infortunio subito all’arto destro.

    Ma la vera sorpresa della giornata è il terzo crono conquistato dall’ex pilota della Superbike, Ben Spies, il quale conferma il suo talento e la competitività del marchio Yamaha che brucia la concorrenza anche con le moto satellite.

    In una pista dove la Desmo è andata sempre forte, la M1 di Valentino è riuscita a dominare anche questo turno e in prospettiva della prima gara, lo spettacolo è assicurato, come conferma lo stesso Rossi, ai microfoni dei giornalisti: “essere i più veloci mostra il grande lavoro che ha fatto la Yamaha con questa nuova M1. Abbiamo iniziato con la pista molto scivolosa, ma comunque siamo stati veloci e quando la pista ha iniziato a migliorare mi sentivo sempre meglio. Siamo abbastanza competitivi e questo mi dà una buona sensazione e sono stato felice di essere stato il più veloce a fine turno. Dobbiamo ancora decidere la gomma giusta e il miglior setup per questo circuito e continueremo a lavorare sull’elettronica, ma la cosa più importante è che siamo più veloci rispetto allo scorso anno! Domani proseguiremo con il nostro lavoro e cercheremo di portare a termine tutto in vista della prima gara”.