Valentino Rossi soffre troppo Laguna Seca

Valentino Rossi lo ammette: Laguna Seca non è Sachsenring

da , il

    Valentino Rossi - GP USA 2010

    Valentino Rossi non brilla nelle prime libere del Gran Premio degli Stati Uniti, ma c’era da immaginarselo: quello di Laguna Seca è un tracciato impegnativo, molto “fisico”, e il campione in carica della MotoGP sta soffrendo la non perfetta condiziona fisica. Nelle prove libere di ieri il pilota della Yamaha è arrivato solamente sesto, a 9 decimi dalla Ducati di Casey Stoner, ma la cosa più preoccupante è il riemergere di qualche dolore alla spalla e alla gamba. Ma per il gran premio di domenica – rassicura il rider di Tavullia – non dovrebbero esserci problemi.

    Questo tracciato è più difficile rispetto al Sachsenring per me che non sono ancora a posto.”

    Valentino Rossi lo ammette: Laguna Seca non è Sachsenring. Il circuito americano è troppo duro, troppo “selvaggio” e sta mettendo a dura prova il fisico non ancora al cento per cento del campione del Team Fiat Yamaha.

    Sento più dolore, alla caviglia, ma anche alla spalla, nello specifico nella staccata e nel cambio di direzione del Cavatappi,” ha confessato Rossi, che però usa il suo solito ottimismo per guardare avanti, “Penso che possiamo comunque migliorare, è un problema che possiamo risolvere.”

    Valentino vuole fare di tutto per recuperare il gap di nove decimi che lo separa da Casey Stoner (e di fatto da Jorge Lorenzo) già nella seconda sessione di prove libere in programma oggi: “Nelle libere non abbiamo messo tutto in ordine sulla moto, con qualche giro in più oggi sarebbe stato possibile,” ha dichiarato il Dottore, “Ho girato con la gomma dura nel finale, ma non ha reso al meglio per le condizioni del tracciato. Vuol dire che proveremo la morbida anteriore e penso andremo più veloci.